Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
2 Marzo 2013 | ROMA, ITALIA

Una donna contro il male: sr. Maria Restituta Kafka, martire del nazionalsocialismo

La sua croce verrà consegnata al memoriale di San Bartolomeo all'Isola, nel corso di una liturgia, il 4 marzo. Presiede il card. Christoph Schönborn, arcivescovo di Vienna

 
versione stampabile

San Bartolomeo all'Isola, luogo memoriale dei testimoni della fede e martii del XX e XXI secolo, si arricchisce di un'altra memoria: la croce di Restitua Kaffa, donna religiosa che si oppose al nazismo.

Il 4 marzo 2013, alle 19.30, nella Basilica di S.Bartolomeo all'Isola, luogo memoriale dei testimoni della fede del XX e XXI secolo, si terrà una Liturgia della Parola, presieduta dall'arcivescovo di Vienna, Card. Christoph Schönborn.

Nel corso della celebrazione le Suore Francescane della Carità Cristiana consegneranno alla Basilica di S.Bartolomeo una piccola croce che sr. Maria Restituta Kafka, uccisa dai nazisti nel 1943, portava al cingolo del suo abito. La "reliquia" verrà deposta nella cappella che ricorda i martiri del nazionalsocialismo.

Suor Restituta era una donna coraggiosa e forte - tanto da essere soprannominata suor Resoluta. Infermiera caposala in un ospedale autriaco, all'avvento del nazismo si oppone con fermezza alle misure antireligiose del regime e difende i diritti dei deboli e dei malati, parlando di pace e di democrazia.

Denunziata alle SS, viene imprigionata e poi decapitata, il 30 marzo 1943, all'età di 51 anni.

E' l'unica donna religiosa uccisa dai nazisti. Giovannni Paolo II l'ha beatificata nel 1998. 

 

Approfondimenti: La vita della Beata Maria Restituta Kafka


Nata il 01/05/1894 a Brno-Husovice, oggi Repubblica Ceca, di umili origini, Elena Kafka cresce a Vienna, dove, lavorando nel nuovo ospedale di Vienna-Lainz con le Suore Francescane della Carità Cristiana, nel 1914 entra in convento. All’inizio del Noviziato riceve il nome di “suor Maria Restituta” (dal lat. = “la Restituita”). Dal 1919 al 1942 la troviamo nell’ospedale di Mödling presso Vienna, dove diventa Prima Infermiera di Sala Operatoria ed Anestesista, stimata per la sua competenza professionale, amata per la sua sensibilità umana – ma anche temuta per il suo carattere energico per cui presto si guadagna il soprannome di “suor Resoluta”(“Risoluta”).

Nel 1938 l’Austria viene annessa alla Germania nazista. Restituta riconosce immediatamente il carattere anticristiano e disumano del Nazismo. Senza esitare si impegna fin da subito per promuovere la giustizia e la dignità della persona nel suo ambiente di lavoro. Negli anni successivi appende dei crocefissi nel nuovo Reparto di Chirurgia e si rifiuta di rimuoverli, opponendo alla svastica di Hitler la croce di Cristo. Alla repressione antireligiosa dei nazisti oppone la libertà religiosa e diffonde anche una “Canzone del soldato”, che parla di democrazia, di pace e di un’Austria libera. Viene spiata da due donne naziste del personale e poi denunciata da un medico “SS” che da tempo cercava un’occasione per levarla di mezzo.

Arrestata il 18/02/1942 (mercoledì delle Ceneri) dalla Gestapo e imprigionata nel Tribunale Provinciale di Vienna, il 29/10/1942 viene condannata a morte. Decapitata il 30/03/1943, suor Restituta rimane l’unica suora, sotto il Regime Nazionalsocialista, a essere stata condannata a morte e giustiziata dopo un processo in tribunale. Il 21/06/1998 suor Restituta viene beatificata a Vienna (Heldenplatz / piazza degli eroi) da Papa Giovanni Paolo II. La beata Maria Restituta è la prima martire donna dell’Austria.

Dal 04/03/2013 la beata Restituta fa parte della schiera dei martiri e testimoni della fede presenti, con una reliquia o memoria, a Roma nella Basilica di San Bartolomeo all’Isola Tiberina, luogo memoriale dei Martiri e Testimoni della Fede del XX e XXI secolo, affidato da Giovanni Paolo II alla Comunità di Sant’Egidio.

Quale reliquia di suor Restituta è stata scelta la croce di un suo rosario portato al cingolo dell’abito religioso.
 
Memoria liturgica: 29 ottobre (giorno della sentenza capitale)

 

Approfondimenti su www.sanbartolomeo.org


 LEGGI ANCHE
• NEWS
23 Novembre 2016
GOMA, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

Floribert, giovane martire della corruzione: aperta ufficialmente la causa di beatificazione dal vescovo a Goma

IT | ES | DE | FR | PT | HU
7 Novembre 2016
SHKODËR, ALBANIA

Beatificati in Albania 38 martiri cristiani uccisi dal regime di Enver Hoxha

16 Settembre 2016

Il breviario di padre Hamel tra le memorie dei martiri ci dice che la fraternità è il nostro cammino

IT | DE | PT
15 Settembre 2016

Il breviario di padre Jacques Hamel a San Bartolomeo tra le memorie dei martiri del nostro tempo

IT | EN | ES | DE | FR | PT
27 Luglio 2016

Saint Etienne du Rouvray, una chiesa profanata dalla violenza ma la sua missione è la pace. Andrea Riccardi su Avvenire

IT | FR | HU
23 Maggio 2016
ROMA, ITALIA

Veglia di preghiera a Roma e a San Salvador a un anno dalla beatificazione di mons. Romero

IT | ES
tutte le news
• STAMPA
25 Novembre 2016
Affari Italiani

Martire - Vita e morte di padre Jacques Hamel

23 Novembre 2016
Notizie Italia News

Fatti: Un giovane della periferia africana ci insegna a non essere schiavi del denaro

29 Settembre 2016
Famiglia Cristiana

«Non facciamo crociate nel nome di padre Hamel»

19 Settembre 2016
Avvenire

Le grazie richieste ad Assisi dal vescovo di Rouen

18 Settembre 2016
Vatican Insider

Lebrun: padre Hamel non sia una bandiera per combattere

17 Settembre 2016
Notizie Italia News

Il male "non ha vinto contro p. Jacques Hamel: siamo qui, vivi, sul cammino della fraternità".

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
28 Settembre 2016 | SAN SALVADOR, EL SALVADOR

Preghiera in ricordo di William Quijano, giovane dalla Comunità di Sant'Egidio ucciso per il suo amore per i poveri

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Omelia di S.E. Paul R. Gallagher per la commemorazione dei martiri contemporanei

Lista martiri ricordati alla veglia di preghiera della settimana Santa 2015

L'omelia di mons. Matteo Zuppi

tutti i documenti
• LIBRI

Martiri d'Albania (1945-1990)





La Scuola

Martyr. Vie et mort du père Jacques Hamel





Editions du Cerf
tutti i libri

FOTO

391 visite

389 visite

405 visite

465 visite

468 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri