Sostieni la Comunità

Dona online

Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
15 Luglio 2014

"Salviamo Aleppo": firma anche tu l'appello

Corridoi umanitari, fare di Aleppo una città aperta: le proposte nell'appello lanciato da Andrea Riccardi. E' possibile inviare la propria adesione, FIRMA ONLINE

 
versione stampabile

#saveAleppo

Il 22 giugno 2014 Andrea Riccardi ha lanciato un appello alla comunità internazionale per la salvezza della città di Aleppo, in Siria, chiedendo di predisporre corridoi umanitari e rifornimenti per i civili, di trattare a oltranza la fine dei combattimenti e di creare una forza d'interposizione Onu, una sorta di "Aleppo città aperta".

 

Faccio un appello per Aleppo. Accade  qualcosa di terribile. Ma viene ignorato. Oppure si assiste rassegnati. Sono due anni che si combatte ad Aleppo. Nel luglio 2012 è iniziata la battaglia nella città più popolosa della Siria. Eppure i suoi due milioni di abitanti sono rimasti, preservando la millenaria coabitazione fra musulmani e cristiani. La città è segmentata: la maggior parte dei quartieri in mano lealista, ma anche zone controllate dai ribelli, pur arretrati dall'occupazione dell'estate 2012. A loro volta i ribelli sono incalzati da sudovest dalle forze governative. La gente non può uscire dalla città accerchiata dall'opposizione, tra cui fondamentalisti intransigenti e sanguinari. Per i cristiani, uscire dalla zona governativa significa rischiare la vita.

Lo sanno bene i due vescovi aleppini, Gregorios Ibrahim e Paul Yazigi, da più di un anno sequestrati. Aleppo è la terza città "cristiana" del mondo arabo, dopo Il Cairo e Beirut: c'erano 300 mila cristiani!

Morte da ogni parte.

La popolazione soffre. L'aviazione di Assad colpisce con missili e bidoni esplosivi le zone in mano  ai ribelli; questi bombardano gli altri quartieri con mortai e razzi artigianali. Si soffre la fame e la mancanza di medicinali. C'è l'orribile ricatto dell'acqua che i gruppi jihadisti tolgono alla città. È una guerra terribile e la morte viene da ogni parte. Passando per tunnel sotterranei, si fanno esplodere  palazzi "nemici". Come sopravvivere? Si deve fermare una strage che dura da due anni. Occorre un intervento internazionale per liberare Aleppo dall'assedio. Ci vuole un soprassalto di responsabilità da parte dei Governi coinvolti: dalla Turchia, schierata con i ribelli, alla Russia, autorevole presso Assad. Salvare Aleppo val più che un'affermazione di parte sul campo! Si debbono predisporre corridoi umanitari e rifornimenti per i civili. E poi si deve trattare a oltranza la fine dei combattimenti. Una forza d'interposizione Onu sarebbe opportuna. Certo richiede tempo per essere realizzata e collaborazione da parte di Damasco. Intanto la gente di Aleppo muore. Bisogna imporre la pace in nome di chi soffre. Una sorta di "Aleppo città aperta".

 

In tanti, da ogni parte del mondo, di diverse culture e religioni, si stanno unendo alla sua voce.
LISTA DEI PRIMI FIRMATARI

 

Aderisci anche tu:

Desidero sottoscrivere l'appello "Salviamo Aleppo" 











(Ai sensi della Legge 196/2003 sulla tutela dei dati personali)
In relazione alla comunicazione dei miei dati anagrafici alla Comunità di Sant'Egidio, dò il mio consenso affinchè questi vengano conservati in apposito archivio mediante strumenti manuali, informatici e telematici.
(*)campo obbligatorio


INVIA L'ADESIONE ALL'APPELLO

OGGETTI ASSOCIATI

 LEGGI ANCHE
• NEWS
16 Giugno 2016

L'appello: Altri Paesi europei adottino i corridoi umanitari, vera alternativa alle tragedie del mare

IT | ES | DE | FR | PT | CA
16 Giugno 2016

Siria, Sant'Egidio: fiducia e speranza dal cessate il fuoco ad Aleppo

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | RU | HU
3 Maggio 2016
ROMA, ITALIA

Dal campo profughi in volo fino a Roma: l'arrivo dei bambini siriani e delle loro famiglie con i corridoi umanitari

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | RU
2 Maggio 2016

Shoshn e Kervoc, cristiani siriani, voce delle speranze dei 100 profughi in arrivo domani con i corridoi umanitari

IT | EN | FR | PT | RU
16 Aprile 2016

Da Lesbo 3 famiglie di rifugiati siriani ospiti del Papa. A Sant'Egidio la prima accoglienza

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU | ID | PL
2 Aprile 2016
ROMA, ITALIA

Conferenza stampa: #CorridoiUmanitari, un modello per l’Europa

IT | ES | DE | FR | CA
tutte le news
• STAMPA
27 Maggio 2016
Il Giornale di Vicenza

Euro partita sui profughi

12 Maggio 2016
AlfayOmega

Objetivo del pasillo humanitario: Evitar que los refugiados mueran en el mar

5 Maggio 2016
Radio Vatikan

Humanitärer Korridor für Syrien-Flüchtlinge nach Italien

3 Maggio 2016
Europa Press

Un centenar de refugiados sirios llega a Italia gracias a los corredores humanitarios

3 Maggio 2016
El Pais (Spagna)

Italia acoge a través de una comunidad católica a 101 refugiados desde Líbano

3 Maggio 2016
ABC

Llegan a Italia 101 sirios salvados a través de los «corredores humanitarios»

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
9 Maggio 2016 | MILANO, ITALIA

Giornata di studio: "Iraq e Siria, non lasciamoli soli'"

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

#savealeppo: salvare aleppo e proteggere i cristiani in medio oriente

Gli aiuti umanitari in Siria e Libano

#savealeppo: le principali adesioni pervenute

Intervento arcivescovo siro-ortodosso Kawak durante la visita di Papa Francesco alla Comunità di Sant'Egidio

Appello della Comunità di Sant'Egidio per la Siria ai leader del G20

Appello della Comunità di Sant'Egidio per la Siria ai leader del G20

tutti i documenti
• LIBRI

Trialoog





Lannoo Uitgeverij N.V
tutti i libri

VIDEO FOTO
20:44
SpecialeTG1: IL CORAGGIO DELLA SPERANZA

831 visite

759 visite

657 visite

745 visite

649 visite
tutta i media correlati