change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - roma 201...o e pace contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

 
versione stampabile
1 Ottobre 2013 09:30 | Basilica di San Bartolomeo all'Isola

Martirio, il dono della Chiesa irakena



Louis Raphaël I Sako


Patriarca di Babilonia dei Caldei, Iraq
Per noi cristiani dell’Iraq, il martirio è il carisma della nostra Chiesa, antico di oltre 2 mila anni. In quanto minoranza, siamo continuamente di fronte a delle difficoltà e sacrifici, ma siamo coscienti che, essere  cristiani non è una scelta facile, essere cristiano davvero  vuol dire incorporarsi in Cristo per  essere i suoi  testimoni, e può significare giungere fino alla fine,” al martirio”. Il martirio non è una ideologia o uno scopo come pensano i Mujahidin musulmani, ma è una scelta ed un impegno. Dunque il martirio è una realtà quotidiana.
 
Qui in Iraq si capisce che la fede non è una questione ideologica, o una speculazione teologica, ma una realtà mistica. La fede è un incontro personale con Cristo che ci conosce, che ci ama e a cui ci doniamo totalmente. Credere è conoscere, amare e vivere e condividere. Per lui bisogna andare sempre oltre, fino al sacrificio. Il martirio è l’espressione assoluta  della fedeltà a questo amore. Il 31 ottobre 2011, il p. Wassim, il giovane prete della cattedrale siro-cattolica  in Bagdad si è rivolto ai terroristi e ha gridato: Uccidete me e liberate i fedeli. Sapeva quel che diceva: era il suo impegno  di pastore e d’amore per Cristo e per i suoi”.
 
 Penso che uno non diventa cristiano col battesimo automaticamente , ma diventa cristiano ogni giorno..Da quello che ho vissuto e visto in Iraq  mi ha colpito e sono tante volte rimasto in ammirazione. Ad un padre di famiglia gli hanno portato il suo figlio un ingegnere ucciso, invece di lamentarsi  è venuto a mettersi in ginocchio davanti all'altare  gridando Signore grazie. Tu me l’hai dato e tu lo prendi. Era per me il vero  Giobbe! 
I cristiani del mondo intero possono rinnovare la loro fede e il loro impegno stando a contatto con i cristiani perseguitati in Iraq e altrove. Il loro esempio aiuta a trovare un senso per la vita. Le nostre preghiere le celebrazioni non sono riti magici ma  sono momenti forti e privilegiati di festa, speranza e gioia. L'Eucaristia non è un rito che corre ma un tempo di unione, condivisione, comunione, d'incoraggiamento e d'invio.
Allo stesso tempo, l’amicizia, la solidarietà e il sostegno dei nostri fratelli e sorelle dell’occidente ci dà il coraggio di resistere e restare nella nostra terra e nelle nostre chiese, continuando la nostra presenza e la testimonianza cristiana. Sapere che ci siete vicini, ci spinge a coltivare una vita in comune, in pace e in armonia, con i nostri fratelli musulmani.
Non lasciateci perdere  il nostro coraggio e la nostra speranza.
Nel libro dell’Apocalisse è detto alla Chiesa di Smirne e forse la stessa parola si ripete ai cristiani in difficoltà come in Iraq e in Siria. " non temere… sii fedele sino alla morte, e ti darò la corona della vita " (Apocalisse  2/10) e  "Coraggio, ho vinto il mondo" (Gv 16, 33).
 
 
I vostri fratelli e sorelle, testimoni coraggiosi della loro fede e che hanno sofferto vari tipi di persecuzione hanno bisogno della vostra solidarietà, vicinanza e preghiera. Grazie a Dio di questo dono.
 
I Cristiani in ME sono invitati a continuare la loro testimonianza nella loro situazione concreta e tuttavia le loro difficoltà e la sofferenza di essere un vero segno di speranza e di pace per i loro cittadini. Essi dovrebbero sviluppare un migliore dialogo di comprensione basato sui diritti umani e valori religiosi. Incoraggiamo i laici a essere più coinvolti e attivi nella cultura, sociale, politica dei loro paesi e a non avere paura di rivendicare i loro diritti civili e l'uguaglianza della cittadinanza.

 

Segui l'evento in streaming

EVENTI COLLEGATI
nel mondo

PROGRAMMA
PDF

PROGRAMMA DELLE DIRETTE WEB

NEWS CORRELATE
23 Ottobre 2013

Il coraggio della speranza: tre video


Dalla Costa d'Avorio a da Roma, le immagini degli incontri di quest'anno tra uomini e religioni rimandate nelle trasmissioni televisive
IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
3 Ottobre 2013
SAN ANTONIO, STATI UNITI

The Courage of Hope. Lo spirito di Assisi in Texas


Leaders religiosi e studenti hanno partecipato all'incontro di San Antonio che ha seguito quello di Roma
IT | EN | ES | DE | PT
2 Ottobre 2013
ROMA, ITALIA

"Promuovere le ragioni dell'accoglienza e della tolleranza". Il messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano


ai partecipanti all'incontro "Il Coraggio della Speranza"
2 Ottobre 2013
ROMA, ITALIA

Festa dei nonni: Sant'Egidio lancia il concorso "Chi trova un nonno trova un tesoro"


Scopri come partecipare sul blog "Viva Gli Anziani!"
2 Ottobre 2013
ROMA, ITALIA

In occasione della festa dei nonni: "La forza degli anni. la vecchiaia come benedizione"


GUARDA IL VIDEO DELLA CONFERENZA
2 Ottobre 2013
ABIDJAN, COSTA D'AVORIO

Anche in Africa "Il coraggio della Speranza"


Incontro con le Religioni ad Abidjan in collegamento con Roma
IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
tutte le news correlate

NEWS IN EVIDENZA
10 Dicembre 2016 | REGGIO EMILIA, ITALIA

Nella Giornata Internazionale dei Diritti Umani, il Premio per la Pace Giuseppe Dossetti a Sant'Egidio


Assegnato per la realizzazione dei Corridoi Umanitari che finora hanno permesso l’ingresso di 500 profughi in Italia. La cerimonia di consegna del premio oggi a Reggio Emilia
10 Dicembre 2016

Oggi gran finale della mostra degli artisti con disabilità dei Laboratori d'Arte di Sant'Egidio. La premiazione


Marco Impagliazzo consegna il premio alle opere più votate dalle centinaia di persone che in questi giorni hanno visitato l'esposizione
10 Dicembre 2016 | SPAGNA

La Comunità di Sant'Egidio tra i premiati del René Cassin 2016 per i corridoi umanitari


#HumanRightsDay
IT | ES

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
6 Settembre 2015
Shekulli
“Takimi i paqes”, krerët botërorë të feve mblidhen në Tiranë
11 Novembre 2013
Herder Korrespondenz
Religion und Frieden: Internationales Treffen der Gemeinschaft von Sant'Egidio
29 Ottobre 2013
Roma sette
Preghiera e condivisione fondamenta della pace
13 Ottobre 2013
SIR
Insieme scegliamo il coraggio della pace
6 Ottobre 2013
Avvenire
«Non usare la fede per la violenza». Un bilancio del XXVII Incontro internazionale per la pace
tutta la rassegna stampa correlata

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri