change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - antwerp ...e future contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
Peace is the future
APPUNTAMENTI
tutti gli appuntamenti

 
versione stampabile
9 Settembre 2014 17:00 | Centro città

Meditazione


Ignatius Aphrem II


Patriarca siro ortodosso di Antiochia e di Tutto l'Oriente

Eminenze,
reverendi fratelli
distinti ospiti
Signore e Signori

Nei giorni in cui il nostro Signore Gesù Cristo predicava, era difficile per le persone che vivevano una vita solida e produttiva nei loro villaggi e città, lasciare le proprie case e seguirlo verso l’ignoto. Questo indusse uno di loro, che era entusiasta dell’insegnamento del Signore Gesù, a dirgli che egli era già pronto a seguirlo, dovunque fosse andato (Mt 8:19).

Nel Suo modo gentile, il Signore risponde dicendo a tutti i presenti, “il Figlio dell’Uomo non ha dove posare il capo” (Mt 8:20). E continua dicendo che seguirlo non sarebbe stato gratificante in senso mondano. Gli apostoli e i discepoli che decidono di seguirlo dovrebbero tener presente che ci saranno notti in cui non avranno dove riposare o dormire. Dovrebbero essere pronti ad aspettarsi qualsiasi cosa e a sopportare molte difficoltà e persecuzioni per amore del nome del Signore.

Nonostante questa promessa “scoraggiante”, molti furono affascinati dalla Sua chiamata e Lo seguirono. Anzi diedero la loro vita a motivo della fede in Lui. Rinunciarono ai desideri e alla gloria mondana, cercando solo di piacere a Dio con la propria fede, amore, buone azioni e carità.

Nei mesi scorsi abbiamo visto molti Cristiani scacciati dalle loro case a Mosul e nella piana di Ninive. Sono stati costretti a dormire all’aperto o negli atri delle chiese. La loro unica “colpa” è quella di credere in Gesù Cristo. Questo è un adempimento della promessa del Signore. Sono stati lasciati senza riparo né luogo in cui dimorare. In breve sono stati abbandonati alla morte. Per queste persone le parole del Signore sono diventate concrete ed eloquenti.

Di fronte a queste storie, ringraziamo il Signore per i molti doni che ci ha fatto e preghiamolo perché cessi ogni dolore e sofferenza, così che possiamo tutti gioire della presenza di Dio in mezzo a noi e del Suo incondizionato amore verso tutti.

Preghiamo:

Gesù Cristo, nostro Signore e Salvatore,  Tu sei venuto nel mondo come Figlio dell’Uomo per essere con noi ed essere solidale con l’Uomo. Hai offerto la salvezza al genere umano e alleviato i nostri dolori e le nostre miserie. Hai camminato per le strade, sanato i malati e aiutato i bisognosi.

Signore, proprio ora, i nostri fratelli e sorelle in Iraq e Siria stanno vivendo una situazione tragica: hanno perso tutto, case, lavoro, affari, beni. Aiutaci a riguadagnare  tutta la grazia che ci avevi elargito. Induci i violenti al pentimento e portali a riconoscere la gravità dei loro atti. Rendili consapevoli dell’amore e della compassione di Dio, così che cessi questo tempo di guerra, violenza e persecuzione. Concedi la pazienza a coloro che stanno soffrendo e sono senza casa, così che possano sopportare la loro miseria e trovare rifugio nella Tua compassione. A coloro che provocano tale miseria, concedi un cuore aperto, così che possano vedere la Tua immagine nel volto dei propri simili. Fai brillare la Tua luce nei loro cuori, così che possano diffondere il Tuo Vangelo al loro prossimo. Possano essi essere Tuoi buoni discepoli.

Amen

 

PROGRAMMA
PDF

PROGRAMMA DELLE DIRETTE WEB

Segui l'evento in streaming


NEWS CORRELATE
8 Dicembre 2016

Libia, Sant’Egidio: prima riconciliazione tra Misurata e Zintan


Dopo una lunga crisi, firmata a Roma con la mediazione della Comunità di Sant'Egidio una dichiarazione congiunta tra i rappresentanti delle due città libiche
IT | DE | FR | PT
21 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Pace in Centrafrica: i leader religiosi di Bangui a Sant'Egidio rilanciano la piattaforma per la riconciliazione


Un modello da replicare: continueremo a lavorare per il dialogo e la pace.
IT | ES | DE | FR | PT | CA
14 Novembre 2016
BRUXELLES, BELGIO

Prosegue l'impegno di Sant'Egidio per l'Iraq: oggi a Bruxelles una Giornata di Studio con il Comitato per la Riconciliazione

IT | ES | DE | FR | PT
7 Novembre 2016
ADDIS ABEBA, ETIOPIA

Una delegazione di Sant'Egidio incontra il Presidente della Repubblica di Etiopia Mulatu Teshome


Pace in Africa e dialogo interreligioso al centro del colloquio
IT | ES | DE | PT
2 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Firmato l'Accordo di amicizia tra Sant'Egidio e Rissho Kosei-kai: dialogo e passione per le sfide del nostro tempo

IT | ES | DE | FR | PT | RU
1 Gennaio 2012

Giornata Mondiale della Pace. La manifestazione PACE IN TUTTE LE TERRE. Gli appuntamenti nel mondo

IT | ES | DE | CA
tutte le news correlate

NEWS IN EVIDENZA
9 Dicembre 2016 | OSTIA, ITALIA

Artisti disabili danno forma e parole alla forza e alla fragilità degli anziani. In mostra a Ostia


Sabato 10 dicembre la premiazione delle opere più votate all'EX[de]PO’.
9 Dicembre 2016 | ROMA, ITALIA

Dal 10 dicembre, grande vendita di beneficenza a Roma per sostenere i pranzi di Natale con i poveri.


Tutti i giorni fino al 23 dicembre e dal 2 al 6 gennaio. Orari e indirizzi.
8 Dicembre 2016

Libia, Sant’Egidio: prima riconciliazione tra Misurata e Zintan


Dopo una lunga crisi, firmata a Roma con la mediazione della Comunità di Sant'Egidio una dichiarazione congiunta tra i rappresentanti delle due città libiche
IT | DE | FR | PT

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
8 Dicembre 2016
Vatican Insider
Libia, Sant’Egidio: prima riconciliazione tra Misurata e Zintan
3 Dicembre 2016
Radio Vaticana
Pace in Colombia: ex guerriglieri iniziano il disarmo
28 Novembre 2016
FarodiRoma
La preghiera per la pace da Wojtyla a Bergoglio in un libro di Paolo Fucili
23 Novembre 2016
Il Fatto Quotidiano
Non solo faide, al Sud si parla di pace
22 Novembre 2016
L'huffington Post
Se Bangui diventa il centro del mondo con il Cardinale, l'Imam e il Pastore
tutta la rassegna stampa correlata

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri