Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - i più giovani - programm...gratuita - le news ...n uganda contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Le news di BRAVO! In Uganda, le registrazioni all’anagrafe sono il segno di una stagione di pace per una nuova generazione in Uganda


 
versione stampabile

 Le news di BRAVO!
In Uganda le registrazioni all’anagrafe sono il segno di una stagione di pace per una nuova generazione
3 marzo 2010

Nel mese di febbraio, le Comunità di Sant’Egidio di Adjumani e Moyo, due località del Nord Uganda, hanno iniziato la campagna di registrazione allo stato civile dei bambini della Scuola della Pace.

Il Nord Uganda solo recentemente ha potuto vivere una certa stabilità e sicurezza dopo una guerra civile ventennale. Un alto numero di bambini  sono rimasti orfani a causa della guerra e la loro nascita non è stata mai registrata allo stato civile. Sono bambini che “non esistono”.

Come segno concreto di protezione e aiuto a una nuova generazione, che finalmente dopo venti anni di conflitto conosce la pace, la Comunità di Sant’Egidio, nell’ambito del programma Bravo! si è impegnata perché fosse garantita ai bambini e agli adolescenti la registrazione allo stato civile. Dopo un lavoro accurato di reperimento dei dati di nascita e delle famiglie dei bambini, sono state presentate agli uffici amministrativi competenti le richieste per i primi 138 certificati.  E i certificati, al termine delle procedure, sono arrivati! Una grande festa è stata organizzata per la loro consegna a ciascun bambino.

I bambini molto felici e orgogliosi di “esistere” hanno ritirato i loro preziosi documenti tra canti e applausi! Ora i loro nomi sono custoditi con cura e non saranno più bambini ”inesistenti”. Ora potranno concludere il ciclo scolastico, potranno terminare gli studi e, chissà, anche andare all’Università. Un  futuro nuovo si è aperto per i primi 138 bambini.

Ma molti altri ancora ne seguiranno…

 

 

Approfondimenti

La Comunità di Sant’Egidio in Nord Uganda e l’impegno per la pace

Dopo vent'anni dì guerra civile, milioni di profughi e molte vittime civili, il 29 giugno 2007, a Juba, veniva firmato il terzo protocollo del processo di pace per il Nord Uganda, tra il Governo ugandese e la guerriglia della Lord’s Resistence Army (LRA). Si è trattato di un accordo per la cessazione delle ostilità tra il governo ugandese e i ribelli della LRA. Il documento, frutto delle trattative di Juba, nel sud del Sudan, è stato approvato anche grazie alla mediazione della Comunità di Sant'Egidio. Era il primo passo verso una pace duratura.

Come è noto il conflitto in Nord Uganda è stato uno dei più violenti e sanguinosi del continente africano. Oggi il conflitto è fermo, ma le ferite lasciate dalla guerra, soprattutto tra i bambini, sono ancora molto profonde.

Le “Scuole della Pace”, presenti in diverse località del Nord Uganda, sono centri completamente gratuiti, gestiti a titolo volontario dai membri della Comunità di Sant’Egidio e coinvolgono centinaia di bambini e adolescenti resi particolarmente vulnerabili a causa della guerra civile e delle sue conseguenze. Sono scuole dove ,oltre all’alfabetizzazione, si impara a vivere insieme in pace e in amicizia.

Le “Scuole della Pace” di Adjumani e Moyo dal 2002 hanno un’attenzione particolare agli orfani e ai ragazzi rapiti durante gli attacchi dei ribelli, che ora sono tornati nei loro villaggi. Si è ricostruito un tessuto sociale e familiare per il loro inserimento a casa, è stata garantita la possibilità di tornare a scuola e di accedere alle cure sanitarie. Molti dei ragazzi coinvolti in questo programma ora si impegnano volontariamente nella “Scuola della Pace” a sostegno dei bambini.

Immagini

Sostieni Bravo! con una donazione

Scrivi a BRAVO!

Segreteria del programma BRAVO!

Tel +39 06 89922406

Scrivi a BRAVO!

"Sostieni il programma BRAVO!" Uno spot con Christian De Sica


 

 LEGGI ANCHE
• NEWS
2 Gennaio 2017

2017, i bambini di tutto il mondo chiedono la pace.

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA
2 Gennaio 2017

Buone notizie dal Congo: raggiunto l’accordo sulle elezioni. Il ruolo decisivo della Conferenza episcopale

IT | ES | DE | FR | PT
1 Gennaio 2017

Pace in tutte le terre: i video della marcia e dell'Angelus di papa Francesco

IT | ES | DE | FR | PT
1 Gennaio 2017
ROMA, ITALIA

FOTOGALLERY: la marcia per la pace del 1° gennaio 2017 a Roma

IT | FR
31 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

Pace, Sant’Egidio: il primo gennaio marcia verso San Pietro e manifestazioni in tutto il mondo

IT | FR
23 Dicembre 2016
BURKINA FASO

Un premio al Programma BRAVO! per la protezione dei diritti dei bambini in Burkina Faso

IT | ES | DE | FR | CA
tutte le news
• STAMPA
2 Gennaio 2017
Aachener Zeitung

Zahlreiche Kerzen symbolisieren die Brandherde auf der Erde

2 Gennaio 2017
SIR

Marcia pace: Comunità Sant’Egidio, migliaia a Roma e in altre città italiane

2 Gennaio 2017
Zenit

Impagliazzo: “Dopo l’attentato di Istanbul, la nostra marcia assume un significato più forte”

2 Gennaio 2017
Gazzetta di Parma

Le vie del centro invase dai colori della pace

2 Gennaio 2017
Il Secolo XIX

Marcia della pace, in 1.500 con i profughi

2 Gennaio 2017
La Nazione

Fiaccole accese per la pace

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
1 Gennaio 2017 | ROMA, ITALIA

La marcia Pace in Tutte le Terre a Roma

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Appello di Pace 2016

Nuclear Disarmament Symposium on the 70 th anniversary of the atomic bomb. Hiroshima, August 6 2015

Comunidad de Sant'Egidio

Un appello al popolo centrafricano e alla comunità internazionale per la riconciliazione nazionale

Burkina Faso - La Paix est l'avenir: Rencontre des religions pour la paix

tutti i documenti
• LIBRI

Religioni e violenza





Francesco Mondadori

Hacer la paz





Proteus
tutti i libri