Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - il ricor... valenti - il ricor... modesta - nella ba... strada. - genova: ...r strada contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Genova: Memoria di Pietro e di chi è morto per strada


 
versione stampabile

Genova: Memoria di Pietro e di chi è morto per strada
6 marzo 2010

La liturgia in memoria di Pietro ha raccolto molte persone, dalle storie e dalle provenienze diverse ma riunite dal desiderio di ricordare tutti coloro che vivono e muoiono per la strada e a cui la Comunità vuole dedicare una particolare cura e amicizia.

Pietro Magliocco è stato una delle prime persone conosciute durante il servizio serale nelle stazioni di Genova, morto nel 1993 a causa di una polmonite nel ricovero ospedaliero. Ferruccio, invece, è morto poche settimane fa a ottantadue anni, dopo una vita travagliata e un lungo periodo passato a dormire in stazione. Con loro, durante la liturgia, è stata fatta memoria di altri cento nomi: uomini e donne incontrati distribuendo panini alla sera e che sono morti in questi anni, ma anche diversi rom, tra cui non pochi bambini, uccisi dal freddo o dal fuoco delle loro baracche. L’antica basilica dell’Annunziata si è riempita di un popolo di poveri e con loro di tanti volontari, appartenenti a diversi gruppi parrocchiali e non, che nell’anno trascorso hanno partecipato con la Comunità alle distribuzioni e alle visite ai poveri in tanti luoghi della città.

Tra i celebranti, don Antonio Lovato, amico storico dei senza fissa dimora genovesi, ha commentato il brano del figliol prodigo, ricordando l’amore di Dio per ognuno; «Dio – ha detto- non è colui che castiga, ma è un padre buono: a lui possiamo rivolgere le nostre domande perché sempre ci risponderà».

In fondo alla chiesa un uomo, con un sacchetto, un panino e un paio di coperte, al termine della liturgia ha detto, rivolgendosi al suo amico Valerio: «Oggi sono contento perchè so che un giorno ricorderete anche me».

Dopo la liturgia a tutti è stato offerto un pranzo “in famiglia” nei locali della basilica.

Immagini

NEWS CORRELATE
7 Dicembre 2016
LONDRA, REGNO UNITO

A Londra c'è una tavola apparecchiata per i poveri, si chiama ''Our Cup of Tea''. Il video della BBC


Il documentario della TV britannica sull'appuntamento fisso di anziani e persone senza dimora a Londra con la Comunità di Sant'Egidio.
IT | EN | DE | FR
15 Novembre 2016
MILANO, ITALIA

Il Giubileo dei poveri di Milano: ''Ho capito che in chiesa c'è posto anche per noi''.


La processione e la preghiera dei senza dimora per le vie del capologo lombardo con la Comunità di Sant'Egidio
IT | ES | DE | FR
12 Novembre 2016
CITTÀ DEL MESSICO, MESSICO

Il giubileo della misericordia con i senza fissi dimora a Città del Messico


In tanti al santuario mariano della Vergine di Guadalupe
IT | ES
11 Novembre 2016

Si apre oggi il Giubileo degli emarginati: i poveri celebrano l'Anno della Misericordia con Papa Francesco


Intervista a Carlo Santoro della Comunità di Sant'Egidio, da anni al fianco delle persone senza dimora
IT | ES | FR
5 Novembre 2016
PRAGA, REPUBBLICA CECA

In tanti a Praga per fare memoria degli amici morti per strada


Alla presenza del Cardinale Dominik Duka
IT | ES | DE | HU
26 Ottobre 2016
NAPOLI, ITALIA

L'ambulatorio medico di Sant'Egidio per i rom e le persone senza dimora di Napoli compie 10 anni

IT | FR
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
29 Novembre 2016
Il Messaggero
Piano freddo in ritardo, l'allarme dei volontari: «Nessuna convocazione»
20 Novembre 2016
Vatican Insider
Alla scuola dei poveri della strada
13 Novembre 2016
Avvenire - Ed. Milano
I clochard alla Porta Santa «Nessuno è buono da solo»
12 Novembre 2016
La Repubblica delle Donne
Com'è difficile contare i senza tetto a New York
12 Novembre 2016
Il Messaggero
Gemelli e Sant'Egidio insieme, «Una Villetta per i senzatetto»
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

1424 visite

1446 visite

1518 visite

1416 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri