change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - 11 sette... la pace contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Non si può Morire di Speranza! A Santa Maria in Trastevere la memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Centrafrica: firmato a Sant'Egidio l'accordo per il cessate il fuoco e una road map per la pace

26/06/2017
Preghiera per i poveri

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile
13 Settembre 2011 18:35 | Marienplatz

Cerimonia finale - Edith Dunia Daliwonga

Edith Dunia Daliwonga


Comunità di Sant’Egidio, RDC

    Mi chiamo Edith Dunia Daliwonga e vengo dalla Repubblica Democratica del Congo, dalla regione dei Grandi Laghi africani che ha conosciuto una terribile guerra, con una serie interminabile di violenze che continuano ancora, soprattutto nei confronti dei più deboli: le donne, i bambini e gli anziani. Sono nata nel 1985 a Bukavu. Avevo 9 anni all’epoca del genocidio ruandese e a partire dal 1994 sono cresciuta in un clima di guerra e di violenza. Si potrebbe dire che appartengo ad una generazione che ha conosciuto quasi solo la guerra e la violenza, in altri termini una generazione perduta e senza speranza. Infatti senza la pace non c’è futuro e non c’è speranza. La guerra e la violenza per gli uomini sono come una tempesta e come è facile fare naufragio! Non ci si può salvare se non insieme, senza abbandonare nessuno al suo destino di violenza e di povertà. Non bisogna abbandonare l’Africa.

    E’ per questo che per noi, giovani africani, Sant’Egidio porta il nome della pace e della speranza; e io ringrazio molto la Comunità per il suo lavoro in Africa. E’ un segno che ci ricorda che Dio non ci ha dimenticati e che c’è sempre un futuro se si comincia a vivere per gli altri. Nella comunità sono cresciuta insieme a tante persone che non sono del mio paese né della mia etnia: ruandesi, burundesi, ugandesi, tutte le etnie mescolate, africani ed europei insieme... Ho imparato a superare i pregiudizi e a capire che siamo destinati a vivere insieme e che la violenza e la separazione non sono il nostro futuro.
   
    Durante questi giorni, qui a Monaco, ho visto che il mondo può cambiare. Qui c’è una nuova visione: noi siamo diversi e veniamo da tutte le parti del mondo, ma abbiamo mostrato che si può vivere gli uni accanto agli altri e non gli uni contro gli altri. Oggi la mia gioia è grande. Nasce da questi tre giorni durante i quali ho imparato a guardare l’altro considerandolo dono di Dio, indispensabile per vivere insieme e costruire il futuro.



 



Messaggio
di Papa  Benedetto XVI


Incontro di dialogo tra le religioni, Monaco di Baviera 2011


NEWS CORRELATE
24 Ottobre 2011

Lo Spirito di Assisi: 25 anni di preghiera per la pace

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
24 Luglio 2010

Si tiene a Barcellona, in Spagna, dal 3 al 5 ottobre, il prossimo Incontro di Preghiera per la Pace tra le religioni mondiali: "Famiglia di popoli, Famiglia di Dio"

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL
20 Marzo 2017
MOSCA, RUSSIA

La carità nelle differenti tradizioni religiose: a Mosca una serata di dialogo nello Spirito di Assisi


Conferenza di Sant'Egidio in Russia con i rappresentanti delle tre grandi religioni monoteiste
IT | DE
14 Giugno 2011

Dresda (Germania): Impegno per la vita e difesa dei rom, i temi di Sant'Egidio al Kirchentag 2011 della Chiesa evangelica tedesca

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
3 Giugno 2011

Roma: Nella Basilica di San Bartolomeo, la consegna della stola di Ragheed Aziz Ganni, prete caldeo ucciso a Mosul in Iraq

IT | EN | ES | DE | FR | CA | NL
7 Maggio 2011

Antwerpen (Belgio) - La manifestazione "Remare per la pace" riunisce giovani di ogni provenienza etnica, culturale e religiosa

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
17 Giugno 2017
Avvenire - Ed. Milano
Veglia per "morti di speranza"
21 Maggio 2017
Deutsche Welle
Bundesregierung will Religionen stärker in die Pflicht nehmen
14 Maggio 2017

Die "Uno von Trastevere" wirkt auch in Berlin
11 Maggio 2017
Famiglia Cristiana
Il dialogo: scelta non debole ripiego
30 Aprile 2017
Corriere della Sera
L’intervento. Il patto con l'islam che aiuta l'unità tra cristiani
tutta la rassegna stampa correlata