change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - 11 sette... la pace contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Dal 10 dicembre, grande vendita di beneficenza a Roma per sostenere i pranzi di Natale con i poveri.

Tutti i giorni fino al 23 dicembre e dal 2 al 6 gennaio. Orari e indirizzi.

Il Pranzo di Natale della Comunità di Sant'Egidio: prepariamo insieme una tavola larga come il mondo

Tutti i modi per aiutare: i centri di raccolta dei regali, il Rigiocattolo, come donare, come contattarci

Il pranzo di Natale di Sant'Egidio per una famiglia senza confini. Aiutaci a prepararlo!

08/12/2016
Festa dell'Immacolata Concezione di Maria

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile
13 Settembre 2011 18:35 | Marienplatz

Cerimonia finale - Edith Dunia Daliwonga

Edith Dunia Daliwonga


Comunità di Sant’Egidio, RDC

    Mi chiamo Edith Dunia Daliwonga e vengo dalla Repubblica Democratica del Congo, dalla regione dei Grandi Laghi africani che ha conosciuto una terribile guerra, con una serie interminabile di violenze che continuano ancora, soprattutto nei confronti dei più deboli: le donne, i bambini e gli anziani. Sono nata nel 1985 a Bukavu. Avevo 9 anni all’epoca del genocidio ruandese e a partire dal 1994 sono cresciuta in un clima di guerra e di violenza. Si potrebbe dire che appartengo ad una generazione che ha conosciuto quasi solo la guerra e la violenza, in altri termini una generazione perduta e senza speranza. Infatti senza la pace non c’è futuro e non c’è speranza. La guerra e la violenza per gli uomini sono come una tempesta e come è facile fare naufragio! Non ci si può salvare se non insieme, senza abbandonare nessuno al suo destino di violenza e di povertà. Non bisogna abbandonare l’Africa.

    E’ per questo che per noi, giovani africani, Sant’Egidio porta il nome della pace e della speranza; e io ringrazio molto la Comunità per il suo lavoro in Africa. E’ un segno che ci ricorda che Dio non ci ha dimenticati e che c’è sempre un futuro se si comincia a vivere per gli altri. Nella comunità sono cresciuta insieme a tante persone che non sono del mio paese né della mia etnia: ruandesi, burundesi, ugandesi, tutte le etnie mescolate, africani ed europei insieme... Ho imparato a superare i pregiudizi e a capire che siamo destinati a vivere insieme e che la violenza e la separazione non sono il nostro futuro.
   
    Durante questi giorni, qui a Monaco, ho visto che il mondo può cambiare. Qui c’è una nuova visione: noi siamo diversi e veniamo da tutte le parti del mondo, ma abbiamo mostrato che si può vivere gli uni accanto agli altri e non gli uni contro gli altri. Oggi la mia gioia è grande. Nasce da questi tre giorni durante i quali ho imparato a guardare l’altro considerandolo dono di Dio, indispensabile per vivere insieme e costruire il futuro.



 

APPUNTAMENTI
tutti gli appuntamenti


Messaggio
di Papa  Benedetto XVI


Incontro di dialogo tra le religioni, Monaco di Baviera 2011


NEWS CORRELATE
19 Novembre 2016

Il patriarca della Chiesa assira Mar Gewargis III visita Sant'Egidio: "Questa fraternità ci dà speranza"

IT | ES | DE | PT | CA | HU
4 Novembre 2016
LOME, TOGO

Lo Spirito di Assisi continua a soffiare in Africa: l'incontro ''Sete di Pace'' in Togo

IT | ES
3 Novembre 2016
BUDAPEST, UNGHERIA

Spirito di Assisi in Ungheria: cristiani, ebrei e musulmani si incontrano a tavola con i poveri di Budapest


Una giornata di solidarietà e dialogo interreligioso organizzata dalla Comunità di Sant'Egidio e dal Consiglio Cristiano-Ebraico ungherese insieme ai rappresentanti delle tre religioni monoteiste.
IT | ES | DE | FR | RU
2 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Firmato l'Accordo di amicizia tra Sant'Egidio e Rissho Kosei-kai: dialogo e passione per le sfide del nostro tempo

IT | ES | DE | FR | PT | RU
27 Ottobre 2016

A 30 anni dalla preghiera per la pace di Assisi: l'impegno delle religioni necessario per arginare guerre e terrore


L'editoriale di Marco Impagliazzo su Huffington Post in occasione del 30° anniversario della Giornata di preghiera voluta da Giovanni Paolo II
IT | ES | DE | FR
27 Ottobre 2016
Comunicato stampa

Lo Spirito di Assisi ancor più necessario in un mondo lacerato da guerre e divisioni


30 anni fa la preghiera delle religioni voluta da Giovanni Paolo II
IT | ES
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
FarodiRoma
La preghiera per la pace da Wojtyla a Bergoglio in un libro di Paolo Fucili
18 Novembre 2016
Avvenire
Il convegno. Cattolici ed evangelici il dialogo «del fare»
18 Novembre 2016
L'Osservatore Romano
Insieme per la pace
18 Novembre 2016
SIR
Ecumenismo: mons. Spreafico, “una spinta per le nostre Chiese ad uscire”
3 Novembre 2016
Zenit
Sant’Egidio: accordo di amicizia con la Rissho Kosei-kai
tutta la rassegna stampa correlata

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri