Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
4 Maggio 2015 | ADJUMANI, UGANDA

Tutti in classe... anche quando piove! La nuova scuola nel campo profughi di Nyumanzi

Ha un bel tetto rosso, pareti colorate, può accogliere più di mille studenti: è la scuola realizzata da Sant'Egidio

 
versione stampabile

Grande festa nel campo profughi di Nyumanzi, vicino a Adjumani nel Nord Uganda, per la consegna delle prime aule in muratura della scuola elementare per i bambini profughi del Sud Sudan realizzata dalla Comunità di Sant'Egidio in collaborazione con la diocesi ugandese di Arua.

D'ora in poi le lezioni si svolgeranno al coperto e non più sotto gli alberi come lo scorso anno. Questo garantisce il regolare svolgimento dell'attività didattica proprio durante la stagione delle piogge che è cominciata da poco e dura fino a ottobre. Lo scorso anno le piogge avevano creato problemi, rallentando la didattica. I temporali, infatti, arrivano improvvisi e costringono tutti ad abbandonare le lezioni, e una volta abbandonata la scuola è difficile ricominciare.

Oltre alle aule è stata completata anche la recinzione attorno al terreno dove sorge la scuola ed è stato consegnato anche un magazzino per il materiale didattico, importante per conservare registri, lavagne, libri all'interno della scuola. Finora infatti gli insegnanti erano costretti a portare a casa i registri e i libri, e questo non facilitava il loro lavoro.

La scuola, considerata un modello per il campo profughi, ha ottenuto apprezzamenti da parte delle autorità ugandesi, che l'hanno riconosciuta ufficialmente nell'ottobre 2014. Quella di Nyumanzi è divenuta così l’unica scuola della zona che può rilasciare un diploma riconosciuto in Uganda, ma spendibile anche in Sud Sudan.

La consegna delle prime aule è un importante passo in avanti per questa scuola, un dono per gli oltre mille studenti che la frequentano e che considerano la possibilità di studiare come un dono inatteso di Dio. E' così che lo scorso 19 aprile in tanti si sono ritrovati nella scuola per partecipare a una preghiera di ringraziamento insieme alla Comunità di Sant'Egidio di Adjumani. 

aprile 2014: si fa scuola sotto gli alberi nel campo profughi di Nyumanzi
aprile 2015: Le nuove aule: gli ultimi ritocchi

 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Dicembre 2016
GINEVRA, SVIZZERA

Sant’Egidio diventa Osservatore permanente al Consiglio dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

IT | ES | DE | FR | PT
5 Dicembre 2016

Salvare vite umane dalla guerra in Siria si può: con i #corridoiumanitari

IT | ES | PT | CA
2 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

Ecco i volti e le voci dei profughi siriani fuggiti dalla guerra, oggi in Italia con i #corridoiumanitari

IT | ES | DE | FR | PT | CA | RU | HU
23 Novembre 2016
BARCELLONA, SPAGNA

L'integrazione dei profughi è un segno del Giubileo: la storia di Diana, giovane rifugiata da Aleppo a Barcellona

IT | ES | CA | HU
16 Novembre 2016
ADJUMANI, UGANDA

Un nuovo anno ricco di novità per i bambini profughi della School of Peace di Nyumanzi

IT | EN | ES | DE | PT | ID
15 Novembre 2016
BLANTYRE, MALAWI

Sant'Egidio in Malawi celebra il Giubileo della Misericordia con i bambini e i ragazzi di strada di Blantyre

IT | ES | DE | FR
tutte le news
• STAMPA
1 Dicembre 2016
OnuItalia

Corridoi umanitari: 40 profughi a Fiumicino; Sant’Egidio, modello per Europa

22 Novembre 2016
Osnabrücker Kirchenbote

Eine Kerze für jeden toten Flüchtling

20 Novembre 2016
Catalunya Cristiana

«Ser refugiada és començar de zero»

16 Novembre 2016
Münstersche Zeitung

"Grazie mille, Papa Francesco"

25 Ottobre 2016
La Vanguardia

Una iniciativa ecuménica lleva refugiados a Roma y los recibe un ministro

18 Ottobre 2016
Avvenire

Nei «Games4Peace» vince l'integrazione

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

Le vittime dei viaggi della speranza - grafici

tutti i documenti

FOTO

170 visite

194 visite

221 visite

133 visite

102 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri