Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
14 Settembre 2015

Le voci dei cristiani perseguitati risuonate a Tirana: le riascoltiamo nella festa dell'esaltazione della Croce

L'appello di Armash Nalbandian, primate armeno di Damasco e quella di Epiphaniosvescovo della Chiesa copta d'Egitto

 
versione stampabile

Intervenendo al panel 22 “Migranti: una sfida globale”, Armash Nalbandian, primate armeno di Damasco, ha rivolto un appello alle Chiese d’occidente perché non dimentichino le Chiese in Siria, ma le sostengano nelle loro “attività umanitarie, pastorali, sanitarie”. Riflettendo sulla crisi che sta attraversando il Medio Oriente e sui cambiamenti che ne seguiranno, il vescovo Nalbandian ha affermato: “I cristiani hanno vissuto con i musulmani per secoli. Attraverso l'esperienza della storia comune abbiamo imparato a vivere insieme. La domanda è: che tipo di Islam avrà il Vicino Oriente? O che tipo di Islam vogliamo. È evidente che l'Islam attraversa una crisi interna. L'Islam sta vivendo una crisi di identità oggi. Anche gli islamisti giustificano le loro ideologie radicali con le Scritture, il Corano, e lo fanno in maniera strumentale. Qui i cristiani possono svolgere un ruolo importante. I cristiani del Medio Oriente possono assumere la funzione di costruire ponti e dare così il loro contributo”. 

Altra voce autorevole dell’Oriente cristiano è quella di Epiphanios, vescovo della Chiesa copta ortodossa e promotore di un movimento di solidarietà verso i cristiani perseguitati. Durante il panel 5 “I martiri: cambia il volto del cristianesimo”, Epiphanios ha ricordato lo scambio di messaggi fraterni tra papa Francesco e papa Tawadros II di Alessandria, osservando: “Il sangue dei martiri nei primi secoli del cristianesimo è stato il seme della fede per la crescita del cristianesimo. Come per i martiri di oggi, il loro sangue è il seme per l'unità che auspichiamo tra le Chiese cristiane”.

Nella memoria comune della Croce, i cristiani possono riscoprirsi più fratelli.

 

OGGETTI ASSOCIATI

 LEGGI ANCHE
• NEWS
15 Maggio 2017
NAPOLI, ITALIA

''Come ristabilire la pace in Siria? Riscoprendo Dio nell'altro''. Il vescovo armeno di Damasco a Napoli

IT | HU
26 Maggio 2015

«La Siria di padre Paolo...e oltre» A quasi due anni dal rapimento, un incontro per capire e ricordare

IT | DE
24 Agosto 2015
ROMA, ITALIA

Le religioni a Tirana 6-8 settembre con Sant’Egidio per dire: la pace è sempre possibile #peaceispossible

IT | EN | ES | DE | FR | PT | UK
tutte le news
• STAMPA
3 Maggio 2016
Europa Press

Un centenar de refugiados sirios llega a Italia gracias a los corredores humanitarios

3 Maggio 2016
El Pais (Spagna)

Italia acoge a través de una comunidad católica a 101 refugiados desde Líbano

3 Maggio 2016
ABC

Llegan a Italia 101 sirios salvados a través de los «corredores humanitarios»

20 Dicembre 2015
La Vanguardia

Sant Egidi indica el camino

28 Maggio 2017
Catalunya Cristiana

Els corredors, una gran esperança

20 Novembre 2016
Catalunya Cristiana

«Ser refugiada és començar de zero»

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Programma Tirana 2015 - La Pace è sempre possibile - ITALIANO

Speech of Ahmad Al-Tayyeb, Grand Imam of Al Azhar at "East and West: dialogues between civilizations" (Arabic)

#savealeppo: salvare aleppo e proteggere i cristiani in medio oriente

Gli aiuti umanitari in Siria e Libano

#savealeppo: le principali adesioni pervenute

Intervento arcivescovo siro-ortodosso Kawak durante la visita di Papa Francesco alla Comunità di Sant'Egidio

tutti i documenti
• LIBRI

Il martirio degli armeni





La Scuola

La strage dei cristiani





Edizioni Laterza
tutti i libri

FOTO

844 visite

676 visite

855 visite

810 visite

705 visite
tutta i media correlati