Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
2 Marzo 2009

Roma: Il Colosseo si illumina questa sera, per celebrare un altro passo della cultura della vita: il voto del Senato del Montana (USA) per l'abolizione della pena di morte.

 
versione stampabile
IL COLOSSEO SI ILLUMINERA’ STASERA, lunedì 2 marzo 2009,
PER IL VOTO DEL SENATO DEL MONTANA (USA) FAVOREVOLE ALL’ABOLIZIONE DELLA PENA DI MORTE
SU INIZIATIVA DELLA COMUNITA’ DI SANT’EGIDIO
E DEL COMUNE DI ROMA
 
LO STORICO VOTO NEL MONTANA RIFLETTE LA CRESCITA DEL MOVIMENTO PER L’ABOLIZIONE DELLA PENA CAPITALE NEGLI STATI UNITI
 
 
 
La Comunità di Sant’Egidio, assieme al Comune di Roma, come è noto, è fortemente impegnata da anni nella battaglia per l’abolizione della pena capitale nel mondo e il 2 novembre 2007 Mario Marazziti ha consegnato, insieme a una delegazione della World Coalition Against Death Penalty (WCADP), più di 5 milioni di firme raccolte in 153 paesi del mondo dalla stessa Comunità e da altre organizzazioni della WCADP, all’allora Presidente dell’Assemblea Generale dell’ONU, Srgian Kerim.
Attualmente aderiscono al movimento mondiale delle Città per la vita – Città contro la pena di morte” oltre 900 città. Il Colosseo è il simbolo della Campagna mondiale.
 
La situazione negli USA
 
Attualmente una dozzina di stati americani sta esaminando progetti di legge abolizionisti. Stiamo forse assistendo ad una svolta epocale che potrebbe seriamente condurre ad una riconsiderazione dell’uso della pena capitale negli Stati Uniti.
Lunedì 16 febbraio il Senato del Montana ha votato, con 27 voti a favore e 23 contro, l’abolizione della pena di morte e la commutazione della pena in carcere a vita.
La legge abrogativa della pena capitale passa ora al vaglio della Camera dei Rappresentanti.
Se verrà approvata anche al secondo braccio del Congresso –come è probabile- il Governatore Brian Schweitzer la dovrà successivamente firmare e ratificare, per la sua entrata in vigore.
Se non ci saranno sorprese, il Montana, dove dal 1976 si sono contate tre esecuzioni e nel cui braccio della morte si trovano attualmente due persone, si appresta a diventare il terzo stato USA ad abolire la pena capitale –dopo lo stato di New York che lo ha fatto nel 2004 e il New Jersey, nel 2007- dopo oltre 40 anni.
Si deve infatti tornare al 1965, quando Iowa e West Virginia cancellarono l’omicidio di stato dai loro ordinamenti.
Lo storico voto del Senato del Montana rappresenta un chiaro segno del fatto che la pubblica opinione negli Stati Uniti si sta indirizzando verso l’abolizione della pena capitale.
In Illinois siamo ormai al nono anno della moratoria della pena capitale, introdotta nel 2000 in seguito alla scoperta di troppi errori giudiziari, e di recente confermata dal Governatore Quinn.
In California, North Carolina e Tennessee si sta studiando da tempo a livello legislativo il problema della pena capitale. Ad essi si è aggiunto proprio in questi giorni il New Mexico.
Le esecuzioni capitali in America sono calate oltre il 60% dal 1999. Anche in Texas, dove ne avvengono la metà circa in tutti gli USA, sono diminuite in misura significativa negli ultimi 10 anni.
I sondaggi effettuati in molti Stati USA dimostrano che il carcere a vita sta sostituendo nella pubblica opinione la pena capitale come punizione da assegnare per gli omicidi.
Tutto ciò mentre, dopo la adozione della moratoria universale delle esecuzioni approvata dall’ONU nel dicembre 2007 e confermata ancor più solidamente nel dicembre scorso, nel mondo intero si va consolidando la tendenza a cancellare questa crudele e disumana punizione dai sistemi penali.
Si tratta di affermare un nuovo standard di giustizia, una giustizia che deve proteggere e rispettare la vita in tutte le circostanze.
Questo sta avvenendo nel mondo e la decisione Senato del Montana rappresenta un segnale importante di come anche all’interno degli Stati Uniti questa cultura si stia affermando e trasformando in legge.
Per questo, a Roma, lunedì 2 marzo, il Colosseo si illuminerà di una luce speciale, e farà lo stesso anche quando il Governatore Schweitzer ratificherà la storica decisione, per sottolinearne l’importanza e per dire quanto rilevanti siano i legami di amicizia e collaborazione nel far crescere il livello del rispetto per i diritti umani.

 LEGGI ANCHE
• NEWS
30 Novembre 2016

Il 30 novembre DIRETTA STREAMING dal Colosseo di Città per la Vita contro la pena di morte

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
30 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Il Colosseo si accende di luce per dire mai più alla pena di morte nel mondo

IT | ES | FR | PT
25 Novembre 2016

30 novembre: Città per la Vita contro la pena di morte

IT | EN | ES | FR | PT | CA | ID
23 Novembre 2016

-7! Si avvicina la Giornata Mondiale delle Città per la Vita contro la pena di morte

22 Novembre 2016

Il video della campagna Cities for Life 2016

IT | PT
21 Novembre 2016

Il 30 novembre più di 2000 città accendono la speranza di un mondo senza pena di morte. A Roma appuntamento al Colosseo

IT | EN | ES | DE | PT | CA
tutte le news
• STAMPA
1 Dicembre 2016
Main-Post

Wie Joaquin Martinez dem elektrischen Stuhl entkam

1 Dicembre 2016
Avvenire

Città illuminate contro il buio delle esecuzioni

1 Dicembre 2016
Gazzetta di Parma

«Ho chiesto la grazia per l'assassino di mia figlia»

1 Dicembre 2016
Roma sette

Anche Roma tra le “Cities for life”, contro la pena capitale

1 Dicembre 2016
Notizie Italia News

30 novembre, Giornata Mondiale delle Città per la Vita, contro la Pena di Morte

30 Novembre 2016
Avvenire

Sant'Egidio. Duemila città si illuminano contro la pena di morte

tutta la rassegna stampa
• NO PENA DI MORTE
18 Febbraio 2016
ROMA, ITALIA

IX Congresso Internazionale dei Ministri della Giustizia per un mondo senza pena di morte, il 22 febbraio a Roma

27 Ottobre 2015
GIAPPONE

Il supplizio di Iwao, da 47 anni nel braccio della morte

20 Ottobre 2015
GIAPPONE

Giustizia e diritti umani per una società senza pena di morte - #NoJusticewithoutlife in Giappone

5 Ottobre 2015
GIAPPONE

Okunishi Masaru è morto a 89 dopo aver trascorso ogni giorno per 46 anni come se fosse l'ultimo

5 Ottobre 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

25 Marzo 2015
GIAPPONE

Messaggio a 1 anno dalla liberazione di Iwao Hakamada

25 Marzo 2015
PAKISTAN

PAKISTAN: sospesa l'esecuzione di un condannato a morte minorenne

9 Marzo 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

9 Marzo 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

5 Marzo 2015
Onuitalia.com il giornale italiano delle Nazioni Unite

Pena di morte: Vaticano all’ONU dice basta esecuzioni

5 Marzo 2015
Avvenire

Appello vaticano: stop alla pena di morte

5 Marzo 2015
Vatican Insider

Abolizione pena di morte: nuovo appello della Santa Sede

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Statement by Minister J. Kamara on the death penalty in Sierra Leone

Vice President Mnangagwa: Zimbabwe's steps toward the abolition of the death penalty

Mario Marazziti: rifiutare la logica della pena di morte per non cedere alla trappola del terrore

Cambodian Minister of Justice, Ang Vong Vathana: Cambodia as a model of Asian country without the death penalty

Rajapakshe, Minister of Justice: Sri Lanka to protect the right to life, against the death penalty

Tanni Taher: the commitment of Sant'Egidio against the death penalty in Indonesia

tutti i documenti
• LIBRI

Keerpunt





Lannoo Uitgeverij N.V
tutti i libri

VIDEO FOTO
2:
Malawi contro la pena di morte
4:01
Cities for life: da Roma al mondo contro la pena di morte

431 visite

467 visite

506 visite

474 visite

516 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri