Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
30 Maggio 2012 | ROMA, ITALIA

Il Presidente del Consiglio Mario Monti, con il ministro Andrea Riccardi, alla mensa per i poveri

 
versione stampabile

Il presidente Mario Monti saluta IvanOggi il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti, ha visitato la mensa per i poveri della Comunità di Sant'Egidio, insieme al ministro per la Cooperazione Internazionale e l'Integrazione Andrea Riccardi.

Dopo una visita alla scuola di italiano e ai locali che fungono anche da fermoposta e indirizzo per 7000 persone che hanno a via Dandolo la residenza legale e che, attraverso la Comunità, possono godere dei servizi base e dell’assistenza sanitaria, uscendo dalla marginalità assoluta, il presidente Monti ha salutato, tra i tavoli, personalmente, molti dei circa duecento opsiti, ascoltandone le storie.

Italiani che hanno perso il lavoro, persone che hanno ancora il Il Presidente Mario Monti saluta i poveri presenti al pranzolavoro ma dormono in roulotte, afghani giunti in Italia sotto un camion e che hanno costruito una nuova famiglia nel nostro paese, vecchi e nuovi poveri.

Il giro di saluti si è concluso a un tavolo d'angolo della sala al quale il capo del governo si è seduto assieme a Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant'Egidio, per pranzare insieme ad alcuni ospiti della mensa:

Ruggero, un ex carrozziere pensionato senza casa che vive in roulotte; Fabio che faceva la guardia giurata e che a 41 anni ha perso il lavoro per una malattia; Edda che a 76 anni è stata sfrattata con la madre ultracentenaria; Marisa che ha perso lavoro e casa per malattia; Hagdu che è arrivato in Italia dall'Eritrea 10 anni fa' e un ragazzo rom che fa il barista ma che non può avere una casa perche' non risulta avere alcuna nazionalità.

Il pranzo è stato sobrio, senza dolce, ma con un brindisi finale, seguito da un saluto del Presidente della Comunità di Sant'Egidio, Marco Impagliazzo, che ha voluto ringraziare il Presidente Monti per il suo gesto significativo "In un momento doloroso e triste per il nostro Paese, a causa del violento terremoto che ha colpito Il Presidente Mario Monti pronuncia il suo discorso di saluto al termine del pranzo con i poveri nella mensa della Comunità di Sant'Egidiol’Emilia, lei è qui oggi, in un luogo emblematico della solidarietà. Con il suo gesto dice agli italiani che c’è bisogno di solidarietà, innanzitutto con i terremotati dell’Emilia. E’ vero: c’è bisogno di solidarietà! La ringrazio a nome della Comunità di Sant’Egidio per la sua presenza alla nostra Mensa per i poveri". [ leggi il discorso integrale > ]

Quindi il Presidente Monti ha pronunciato il suo discorso di saluto, rivolto a tutti i presenti, che si è soffermato anche sulla Comunità di Sant'Egidio e sulla sua capacità di essere accanto a chi è più nel bisogno, di parlare ed ascolare ognuno, di essere una fonte di speranza "che è quello di cui il Paese ha bisogno in maniera particolare in questo momento, perchè - ha ricordato ancora il Presidente -  dobbiamo costruire insieme un'Italia dove la solidarietà faccia parte di una crescita comune perche' alla poverta' si risponde anche con l'amicizia e la comunita' di Sant'Egidio ne e' la prova. Voi - ha aggiunto rivolgendosi ai volontari - non parlate dei poveri, ma parlate con i poveri". [ leggi il discorso integrale > ]

La visita del Presidente del Consiglio Mario Monti alla mensa per i poveri della Comunità di Sant'Egidio

 La photogallery di Repubblica.it >

Le agenzie stampa >

Il video della visita >

 

 

 

OGGETTI ASSOCIATI
VIDEO FOTO
5:2
Video della visita del Presidente Monti alla mensa

1805 visite

1496 visite

1344 visite

1255 visite

1193 visite

1248 visite

1173 visite

 LEGGI ANCHE
• NEWS
7 Dicembre 2016
LONDRA, REGNO UNITO

A Londra c'è una tavola apparecchiata per i poveri, si chiama ''Our Cup of Tea''. Il video della BBC

IT | EN
6 Dicembre 2016
GINEVRA, SVIZZERA

Sant’Egidio diventa Osservatore permanente al Consiglio dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

IT | ES | DE | PT
5 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

Il Rabbino capo di Roma Riccardo di Segni in visita alla casa per persone disabili della Comunità di Sant'Egidio

3 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

3 dicembre, Giornata Mondiale delle Persone con Disabilità: Sant'Egidio inaugura la mostra ''La forza degli anni''

IT | DE
30 Novembre 2016
KOSTELEC, REPUBBLICA CECA

Ecco i giovani di Praga che rifiutano la propaganda xenofoba: ''vogliamo essere amici dei rifugiati''

IT | DE | FR | RU
29 Novembre 2016
NAPOLI, ITALIA

A Napoli, le Cresime ai disabili nella liturgia della prima domenica di Avvento

IT | HU
tutte le news
• STAMPA
7 Dicembre 2016
Il Secolo XIX

Spettro povertà, l'aiuto riparta dalle periferie

5 Dicembre 2016
Corriere della Sera

La chiave sotto una campana di vetro. Misteriose opere di artisti disabili

3 Dicembre 2016
Avvenire

Corridoi umanitari, quota 500 Arrivano da Homs e Aleppo

3 Dicembre 2016
FarodiRoma

Disabilità. Sant’Egidio inaugura a Ostia “La forza degli anni"

1 Dicembre 2016
Il Piccolo

«Chi chiede l'elemosina è vittima di pregiudizi»

29 Novembre 2016
Il Messaggero

Piano freddo in ritardo, l'allarme dei volontari: «Nessuna convocazione»

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
3 Dicembre 2016 | OSTIA, ITALIA

La Forza degli anni. Mostra degli artisti con disabilità dei Laboratori d'Arte della Comunità di Sant'Egidio

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

La guida "Dove mangiare, dormire, lavarsi a Napoli e in Campania" 2016

La Comunità di Sant'Egidio e i poveri in Liguria - report 2015

Corso di Alta Formazione professionale per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Dove Napoli 2015

tutti i documenti
• LIBRI

La fuerza de los años





Ediciones Sígueme

Elogio dei poveri





Francesco Mondadori
tutti i libri

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri