change language
sei in: home - amicizia...i poveri - amici in carcere - una gita...n italia contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Una gita al mare per gli ospiti dell’Ospedale psichiatrico giudiziario di Napoli in Italia


 
versione stampabile

Una gita al mare per gli ospiti dell’Ospedale psichiatrico giudiziario di Napoli in Italia
2 luglio 2010

Lo scorso 21 giugno un gruppo di 14 internati dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Napoli, insieme ad alcuni amici della Comunità di Sant’Egidio, al direttore Stefano Martone e ad alcuni operatori dell’ASL sono stati in gita a Meta di Sorrento, località balneare della penisola sorrentina.

“È la prima volta – ci ha detto il direttore - che una organizzazione di volontariato promuove l'uscita degli internati”.

Il mare agitato ha impedito di poter fare il bagno a mare, ma ha fatto ammirare uno spettacolo insolito: “è bello il mare d'inverno”, ha detto Ciro.

La comitiva si è fermata in spiaggia per un caffè, una partita di biliardino e una passeggiata sul bagnasciuga, e dopo si è trasferita al ristorante «La Grillerie del Casale» del centro storico metese per il pranzo offerto da quattro ristoratori sotto un pergolato di agrumi.

«Sembra un ristorante francese», ha detto Mario osservando la raffinata apparecchiatura e la cortesia con cui sono stati accolti dalla proprietaria e dai camerieri.

Il sapore della solidarietà ha preso poi il gusto del totano e patate preparato dallo chef Giulio Galano del ristorante «La Conca», quello dello spaghettone di Gragnano con zucchine preparato dalla patron della «Grillerie» Tiziana Mastellone, quello dell'orata al cartoccio con verdurine di stagione preparata dallo chef Ciro Palomba della «Tavernetta di Re Carlo» e quella della delizia al limone di Sorrento preparata dagli chef del ristorante «Tito Tico» della marina di Meta. E poi una torta regalata dai pasticcieri di Sorrento ha completato il pranzo luculliano.

Al termine del pranzo Antonio regala una sigaretta alla proprietaria del ristorante: un gesto di amicizia e di apprezzamento di questa singolare gita al mare.


NEWS CORRELATE
13 Luglio 2009

"LIBERARE I PRIGIONIERI IN AFRICA" Una campagna di solidarietà con i detenuti africani nelle carceri italiane

IT | ES | DE | FR | PT
7 Novembre 2016
LE PAROLE DI PAPA FRANCESCO

Dove alla violenza si risponde con il perdono, là anche il cuore di chi ha sbagliato può essere vinto dall’amore


che sconfigge ogni forma di male. E così, tra le vittime e tra i colpevoli, Dio suscita autentici testimoni e operatori di misericordia.
IT | EN | ES | DE | FR | PT
4 Gennaio 2018
PADOVA, ITALIA

'Tutti abbiamo servito tutti': una lettera dal carcere racconta il pranzo di Natale

22 Dicembre 2017
NAKURU, KENYA

In certe parti del mondo, l'acqua è il più bel regalo di Natale: una cisterna per le detenute di Nakuru in Kenya

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL
28 Ottobre 2017
BLANTYRE, MALAWI

Dall'abisso alla luce dopo 10 anni: la storia vera di un'ingiustizia riscattata con l'amore in Malawi

IT | EN | ES
16 Giugno 2017
JOS, NIGERIA

Sant'Egidio porta l'acqua corrente nel carcere minorile di Jos in Nigeria


La Comunità ha installato un serbatoio idrico nella prigione dove i giovani detenuti vivevano senza acqua
IT | ES | DE | FR
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
2 Gennaio 2018
Il Messaggero - ed. Civitavecchia
La comunità di Sant'Egidio offre il pranzo ai detenuti
29 Dicembre 2017
Avvenire
Kenya, Natale in cella. Adesso arriva l'acqua
29 Dicembre 2017
La Stampa
Sant’Egidio e il pranzo della serenità nel carcere
24 Novembre 2017
La Repubblica - Ed. Firenze
Fuori dal carcere: la guida per orientarsi in città
23 Novembre 2017
Famiglia Cristiana
Quelle coperte che scaldano le notti degli ultimi di Roma
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

238 visite

244 visite

237 visite

263 visite

239 visite
tutta i media correlati