Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - homeless - persone senza dimora - l'assenz...famiglia contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

L'assenza della famiglia


 
versione stampabile

L'assenza della famiglia

Negli ultimi anni l'universo dei senza dimora ha subìto molte trasformazioni. I cosiddetti barboni ne costituiscono solo una parte. Si incontrano infatti, sempre più frequentemente persone con un passato apparentemente normale che a causa di eventi drammatici ma non straordinari, si sono trovati in strada: anziani che hanno subìto lo sfratto, adulti che a causa della separazione con il coniuge si sono allontanati dalla famiglia senza trovare una sistemazione alternativa, giovani che hanno perso il lavoro, stranieri provenienti dai paesi in via di sviluppo. Ne consegue che la composizione del fenomeno in questi anni si è molto diversificata. Anche l'età media si è abbassata soprattutto per la presenza di un sempre maggior numero di giovani.

Per molte persone la crisi inizia e coincide largamente con una famiglia che non c'è, non c'è mai stata o comunque non funziona più. E' proprio il deteriorarsi dei rapporti familiari a spingere molte persone sulla strada. E' questo senz'altro di gran lunga il motivo principale con il quale i senza dimora spiegano il loro arrivo e la permanenza per strada: la famiglia si presenta come un nodo fondamentale, anche se non l'unico, per sciogliere l'enigma di tante storie.

Storie di incomprensione e di rottura lasciano nella vita di tutti segni palpabili, tanto più nella vita delle persone senza dimora per i quali il ricordo della famiglia è legato alla memoria di una vita bene o male stabile, regolata. Nei racconti, però è bruciante la ferita degli affetti perduti, e anche di un micro-benessere che non c'è più.

Alcolismo, tossicodipendenza, malattia psichica, disoccupazione sono gravi problemi sociali che l'ambiente familiare è relativamente capace di sostenere: c'è un crinale difficile lungo il quale nascono e si snodano storie tragiche di incomprensione, delusioni, tensioni, paure, a volte veri propri drammi. Più spesso situazioni di tensione grave si risolvono con l'allontanamento volontario o obbligato di qualche membro della famiglia. Quali sono le alternative? E' in genere l'inizio di una strada senza ritorno.

La strada al femminile
In strada è duro e pericoloso vivere. Per questo si incontrano più uomini che donne. Tuttavia la presenza femminile non è indifferente considerato il grave disagio della vita dei senza tetto. Infatti la parità dei sessi in strada non è una conquista ma un obbligo imposto dalla necessità di sopravvivere: bisogna saper vivere e difendersi come un uomo, ma la lotta è spesso impari e le donne sono di fatto svantaggiate due volte. La solitudine oltre che un peso è un rischio.

Amici per la strada


 LEGGI ANCHE
• NEWS
14 Novembre 2011

A Roma, cerimonia per l'inaugurazione del nuovo anno scolastico della Scuola di lingua e cultura italiana e la consegna dei diplomi

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL
18 Agosto 2011

Aperti per ferie: a Roma alla mensa di via Dandolo e nel quartiere Esquilino si fa festa con chi vive per stradae con gli anziani

7 Luglio 2011

Caserta (Italia): Festa dei diplomi della scuola di lingua e cultura italiana

IT | ES | DE | FR | CA | NL
25 Giugno 2011

Padova: Morire di speranza: i nomi e le storie dei migranti morti nei viaggi verso l'Europa ricordati nella veglia di preghiera a San Luca

IT | DE | FR | NL | RU
17 Giugno 2011

"Morire di speranza": i nomi e le storie dei migranti morti nei viaggi verso l'Europa ricordati nella veglia di preghiera a Santa Maria in Trastevere

IT | EN | ES | DE | FR | CA | NL
9 Giugno 2011

Roma, l'11 giugno: Udienza dal Papa dei Rom d’Europa. Veglia e Consegna di una memoria del Beato Zeffirino

IT | EN | ES | DE | FR | CA | RU
tutte le news
• STAMPA
22 Gennaio 2017
Avvenire - Ed. Lazio Sette

«L'integrazione, interesse di tutti»

2 Aprile 2017
La Vanguardia

La Michelin de los pobres

20 Giugno 2017
SIR

Giornata mondiale rifugiato: Comunità di Sant’Egidio, “priorità” è “salvare vite umane”. Giovedì veglia di preghiera a Roma “Morire di speranza”

19 Giugno 2017
OnuItalia

Nigeria: Sant’Egidio regala un serbatoio per acqua potabile ai detenuti del carcere minorile di Jos

14 Giugno 2017
SIR

Giornalismo: p. Ripamonti (Centro Astalli), serve “narrazione veritiera” del fenomeno migratorio

6 Giugno 2017
Il Centro

L'integrazione non è una favola

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
7 Giugno 2017 | MILANO, ITALIA

Iftar a Milano, preghiera e rottura del digiuno dei musulmani con Sant'Egidio e Comunità Ebraica

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI
Comunità di Sant'Egidio

Cinque proposte sull’immigrazione

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

La Comunità di Sant'Egidio e i poveri in Liguria - report 2015

Corso di Alta Formazione professionale per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Le persone senza dimora a Roma

tutti i documenti
• LIBRI

Dopo la paura, la speranza





San Paolo
tutti i libri