Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
29 Marzo 2012 | CAMERUN

Un vento di solidarietà nelle prigioni africane

Il lavoro di umanizzazione di Sant'Egidio

 
versione stampabile

Una immagine della cerimonia di distribuzione degli aiuti della Comunità nel carcere di NgaoundereLe condizioni di vita dei prigionieri in Africa sono molto difficili. In Camerun, migliaia di persone vivono imprigionati, private ​​della libertà, ma anche delle cure e della nutrizione di base.

Ogni carcere è sovraffollato. Una prigione che ospita più del doppio del numero per il quale è stato costruita, non è un'eccezione. Ad esempio, nel carcere di Douala sono detenute 2.6OO persone, mentre era progettato per ospitarne 800. Nelle celle manca lo spazio vitale, le condizioni sanitarie sono terribili.

Dormire con più di 40 persone in una cella 5 metri quadrati è divenuta la normalità. Spesso non c'è acqua corrente né sapone per lavarsi. Questa mancanza di igiene è una causa continua di malattie, difficili poi da debellare senza i farmaci adeguati.

Una immagine della cerimonia di distribuzione degli aiuti della Comunità nel carcere di DoualaLa Comunità di Sant'Egidio del Camerun va ogni settimana in 10 carceri in tutto il paese. Visita e incontra più di 1.000 prigionieri, uomini, donne e anche minori.

Nelle ultime settimane è cresciuto l'impegno per migliorare le condizioni igieniche. In tutte e 10 le carceri è stato avviato un programma di pulizia e disinfestazione delle celle e degli spazi comuni. Ai detenuti sono stati dati saponi per il corpo e abbigliamento.

Didier, un giovane detenuto, che non ha ancora compiuto 14 anni, ha raccontato: "Per me, fin da quando sono entrato in prigione, la Comunità è stata un aiuto. Oggi sono sano, non ho più nessuna malattia della pelle. Dormo su un materasso vero. Grazie a Sant'Egidio. La vostra presenza, i vostri doni, i sorrisi, sono una grande gioia per me. Inizia la disinfestazione nel carcere di DoualaQuasi mi sentivo libero, quando ho cantato insieme a voi. Voglio ringraziare il fondatore della Comunità. "

Un altro amico, Nouhou, detenuto ci ha detto: "Prima dormivamo continuamente nella paura di contrarre malattie terribili, come il colera. Ora con la pulizia delle celle, la Comunità di Sant 'Egidio ci dà speranza di vivere lontano da questa malattia, ora dormiamo sereni." 

L'impegno di Sant'Egidio per umanizzare le carceri si è esteso al difficile problema della liberazione dopo la detenzione, spesso condizionato dal pagamento di una ammenda.

La Comunità è riuscita con il contributo di tanti a pagare l'uscita di 50 detenuti.

Alcuni prigionieri liberati nel carcere di MarouaQueste ultime, invece, sono le parole di un prigioniero liberato dalla Comunità, grazie al pagamento della piccola somma che permette l'estizione della pena, al termine del periodo di detenzione fissato dal giudice (e che molti non hanno, tanto che rimangono in carcere indefinitamente per piccoli reati per i quali avrebbero già "pagato").

"L'amore è la vera arma dei cristiani, ho sempre trovato consolazione quando la Comunità è qui con noi, condividendo il nostro dolore, la nostra sofferenza in carcere.

Oggi io sono libero grazie a voi, perché i miei genitori non potevano pagare l'ammenda. Davvero grazie a Dio, grazie alla Comunità per il suo sostegno ai poveri. "

 

CLICCA SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRLE
La disinfestazione e la pulizia delle celle nel carcere di Douala

 

La distribuzione di cibo, vestiti, acqua e sapone nel carcere di Maroua

clicca sulle immagini per ingrandirle

 LEGGI ANCHE
• NEWS
9 Settembre 2016
DOUALA, CAMERUN

Papa Francesco ai detenuti di Douala 'Bella la vostra Porta Santa: Il materiale è umile ma l'iniziativa è nobile'

IT | ES | DE | FR
1 Settembre 2016

1 settembre, memoria di Sant'Egidio. La Comunità che ne ha preso il nome rende grazie in ogni parte del mondo

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA
29 Agosto 2016
NAIROBI, KENYA

Sant'Egidio a Nairobi per parlare di pace, sviluppo e diritto alle cure per tutti

IT | EN | ES | FR | PT | CA | RU | HU
29 Agosto 2016
ABIDJAN, COSTA D'AVORIO

Con gli occhiali nuovi alla Scuola della Pace di Abidjan

IT | ES | DE | FR | PT | CA
23 Agosto 2016
MAPUTO, MOZAMBICO

I bambini di Matola alla scoperta della città con gli amici di Barcellona e di Livorno

IT | ES | DE | FR | PT | CA | RU
20 Agosto 2016
BUCAREST, ROMANIA

La dolcezza dell'amicizia tra giovani e anziani a Bucarest

IT | FR | RU | HU
tutte le news
• STAMPA
20 Settembre 2016
L'Eco di Bergamo

Il grido di dolore dell'Africa: «Aiuti ma anche pari dignità»

19 Settembre 2016
Notizie Italia News

Vivere insieme tra religioni diverse: la speranza viene dal cuore dell’Africa

6 Settembre 2016
Roma sette

In un libro la vita delle Saveriane italiane uccise in Burundi

15 Agosto 2016
Il Mattino di Padova

«Sì all'innovazione senza dimenticare la Padova solidale»

14 Agosto 2016
Famiglia Cristiana

La mia moschea, un ponte con i fratelli cristiani

6 Agosto 2016
Avvenire

Costa D'Avorio. Gentiloni da Sant'Egidio «Un lavoro prezioso»

tutta la rassegna stampa
• NO PENA DI MORTE
31 Ottobre 2014

Inaugurata a Bukavu la campagna "Città per la vita"

12 Ottobre 2014
All Africa

Africa: How the Death Penalty Is Slowly Weakening Its Grip On Africa

20 Settembre 2014

Ciad: il nuovo codice penale prevede l'abolizione della pena di morte

20 Settembre 2014
AFP

In Ciad rischio criminalizzazione gay, ma abolizione pena morte

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

La Comunità di Sant'Egidio e i poveri in Liguria - report 2015

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Dove Napoli 2015

Comunità di Sant'Egidio: Brochure Viva gli Anziani

I Numeri del programma "Viva gli Anziani"

Analisi dei risultati e dei costi del programma "Viva gli Anziani"

tutti i documenti
• LIBRI

Eine Zukunft für meine Kinder





Echter Verlag

La Chiesa dei poveri





Francesco Mondadori
tutti i libri