Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
19 Agosto 2014 | ALBANIA

#estatedisolidarietà in Albania

 
versione stampabile

Come avviene da molti anni, ad inizio agosto un gruppo di giovani delle Comunità di Sant’Egidio di Genova, Pavia e Cuneo ha trascorso un periodo in Albania per un'estate di solidarietà con i bambini, le donne, i detenuti, i malati psichici. A poco più di un mese dalla concessione dello status di Paese candidato all’ingresso nell’Unione Europea, lo Stato balcanico continua a presentarsi con due volti: quello moderno delle vie centrali della sua capitale e delle città principali e quello dei villaggi nei quali, spesso, si fatica a trovare prospettive di sviluppo. La proposta della Comunità è stata per tutti quella di costruire una casa comune, a partire dai più piccoli e dai più deboli, e di pregare e lavorare per la pace, raccogliendo l’invito che Papa Francesco ci ha rivolto durante il suo incontro a Sant’Egidio e attendendo la sua visita a Tirana a settembre.

A Shënkoll, Barbullojë, Malecaj e Shkembi i Kuq, circa 250 bambini sono stati raccolti dalle Scuole della Pace per giocare insieme, parlare e scoprire che la pace si può imparare. Insieme, i bambini hanno parlato della Siria, del Salvador, ma soprattutto – anche nei villaggi in cui la vita è più dura – hanno scoperto e vissuto un’alternativa possibile alla violenza. Come spiega Enduela, che ha 13 anni: «in questi anni di amicizia abbiamo imparato a vivere in pace e a non essere più soli: ora è arrivato il momento che siamo noi a insegnarlo ai più piccoli». E Roland, suo coetaneo, è ancora più esplicito: «bisogna imparare la pace da bambini: la parola “guerra” dovrebbe sparire dai dizionari».

Nel carcere di Shënkoll, nel quale sono detenuti circa settecento uomini, da anni Sant’Egidio organizza incontri, visite e feste, in collaborazione col cappellano, padre Salvatore Reino. Nel mese di agosto, i giovani di Sant'Egidio hanno incontrato più di trecento detenuti, tra cui alcuni minorenni. Ci sono statiincontri sui temi più vari, a volte dibattiti accesi, a prova del fatto che quello della violenza, della costruzione di una società pacificata, del cambiamento della vita e del cuore, sono temi sentiti e importanti. Al termine della settimana, i detenuti si sono raccolti nella cappella del carcere per pregare insieme e ricordare tutti i paesi colpiti dalla guerra e dalla violenza.

Anche le donne e gli uomini dei villaggi nei dintorni di Lezhe – Shënkoll, Barbullojë, Malecaj e Shkembi i Kuq – soprattutto i genitori dei bambini delle Scuole della Pace, sono stati coinvolti nell’impegno per la pace con incontri e momenti di preghiera che hanno raggiunto anche le zone rurali più periferiche. Nella cattedrale di Lezhe si è tenuta una preghiera per la pace che ha raccolto tanti davanti all’icona del volto di Gesù.

La visita in Albania è stata anche l’occasione per incontrare due amici di lunga data, che ci hanno tanto aiutato a comprendere a fondo il passato e il presente di questo Paese.

Giovalin Zezaj, testimone delle persecuzioni dei cristiani durante il regime di Enver Hoxa, ha guidato i giovani alla visita del museo realizzato in un’ala del convento delle suore clarisse di Scutari, dove furono detenuti e torturati centinaia di religiosi e oppositori politici. Felice della presenza di tanti giovani, Giovalin ha raccontato la sua esperienza di diciassettenne arrestato e torturato perché sorpreso a volantinare contro il regime: «vedendo voi – ha detto – mi ricordo le difficoltà quando ero giovane: ricordatevi sempre che qui dentro sono morti uomini speciali».

Anila Godo, primaria di oncoematologia pediatrica all’ospedale universitario di Tirana, ex ministro e grande amica, ha intrattenuto una lunga conversazione con i giovani, raccontando la realtà dell’Albania contemporanea – della sanità, della situazione femminile, della corruzione – spiegandone i cambiamenti e condividendo le sue speranze per il futuro: «fin dal 1992 – ha ricordato – Sant'Egidio ha capito che gli albanesi avevano bisogno di un’amicizia vera e ci ha aiutati a cambiare non solo con discorsi, ma con la presenza, la simpatia l’aiuto: perché quando stai con persone migliori, diventi migliore anche tu. Perchè cambiare mentalità è la vera rivoluzione».


 LEGGI ANCHE
• NEWS
16 Luglio 2014

Gli studenti di Genova in viaggio con Sant'Egidio per aiutare i bambini in Africa e in Albania

8 Luglio 2011

Garoua (Camerun):Alla Scuola della Pace si impara ad essere solidali con i più poveri: una visita ai bambini abbandonati nell'istituto pubblico della città

IT | EN | ES | DE | FR | CA | NL
3 Giugno 2010

Parma (Italia): Con il Paese dell'Arcobaleno, una festa per dire che è bello vivere insieme

24 Ottobre 2009

Buenos Aires (Argentina): Festa del movimento del Paese dell'Arcobaleno "I volti dell'amicizia"

IT | ES | DE | FR | NL | RU
30 Giugno 2009

Djicoroni (Mali) - La festa del Paese dell'Arcobaleno supera il muro che separa il quartiere dal "villaggio dei lebbrosi"

IT | ES | DE | FR | PT | CA | ID
tutte le news
• STAMPA
8 Giugno 2017
La Repubblica - Ed. Genova

Il Cep in festa con la Scuola della pace

9 Settembre 2016
Popoli e Missione

William Quijano: Nel paese degli scontri un giovane coltiva l’arte dell’incontro

17 Maggio 2016
La Nazione

Il 'ponte solidale' degli studenti dalla Toscana a Tirana

20 Settembre 2015
Radio Vaticana

Sant’Egidio: costruire un futuro più umano a Cuba

23 Agosto 2015
Avvenire

«Nient'altro che una mossa ad effetto»

19 Marzo 2015
Credere La Gioia della Fede

William Quijano. Il ragazzo che sfida le gang con l'amicizia

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
23 Novembre 2017 | NAPOLI, ITALIA

Napoli: presentazione del libro ''Alla Scuola della Pace''

30 Ottobre 2017

Presentazione del libro Alla Scuola della Pace. Educare i bambini in un mondo globale

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Intervento di Francesca, adolescente romana, durante la visita di Papa Francesco alla Comunità di Sant'Egidio

L'appello finale del pellegrinaggio dei giovani europei ad Auschwitz (IT)

Matteo Zuppi

Dieci anni della Comunità di Sant’Egidio con l’Albania: Intervento di Don Matteo Zuppi

tutti i documenti
• LIBRI

Alla Scuola della Pace





San Paolo

Martiri d'Albania (1945-1990)





La Scuola
tutti i libri

FOTO

523 visite

392 visite

529 visite

575 visite
tutta i media correlati