Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - i più giovani - adozioni a distanza - adozioni...nom penh contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Adozioni a distanza - Storia di Chea, bambino cambogiano, che sognava di diventare medico. Oggi è tra i migliori all'Università di Phnom Penh


 
versione stampabile

Adozioni a distanza -  Storia di Chea, bambino cambogiano, che sognava di diventare medico. Oggi è tra i migliori all'Università di Phnom Penh

(marzo 2009)

Chea nel 2008In Cambogia, andare a scuola è costoso. Ci sono poche scuole e pochi maestri.

Il Paese soffre ancora per le conseguenze della sua tragica storia recente. Nel genocidio, il 99% dei maestri è scomparso. Per questo il livello dell’istruzione è molto basso.

Le adozioni a distanza sono iniziate nel 2003, con circa 100 bambini e ragazzi, nelle zone di Mondulkiri, Ratanakiri, Monivong, Svay Pak e Kandal e al centro di Phnom Penh. Qui, abbiamo conosciuto Chea, un ragazzo che all’epoca aveva 16 anni. Era uno dei tanti figli della Cambogia rimasti orfani. Chea viveva con lo zio. Grazie al sostegno ricevuto, Chea ha potuto vivere, nutrirsi, curarsi in questi anni, ma soprattutto ha potuto realizzare il suo grande sogno, quello di studiare oltre il livello della scuola elementare.

Chea è stato regolarmente il più bravo della classe, per tutti gli anni della scuola superiore, in cui ha potuto seguire anche dei corsi di inglese, ed ha ottenuto il diploma a pieni voti.

Oggi si è avverato un sogno ancora più grande. Chea si è potuto iscrivere alla facoltà di medicina dell’Università Internazionale di Phnom Penh.

Sarà sicuramente un medico bravissimo!

 

Immagini
Scuola elementare in Cambogia Abitazioni in Cambogia

 

 

 

 

Adozioni a distanza

NEWS CORRELATE
20 Novembre 2016

Giornata mondiale dei diritti dell'infanzia: Sant'Egidio dalla parte dei bambini


Le Scuole della Pace, il programma "Bravo!", i centri nutrizionali, il programma DREAM... come la Comunità protegge i diritti dei più piccoli. E alcune storie
IT | ES | DE | PT | HU
29 Settembre 2016

Pace in Colombia: la speranza dei bambini adottati a distanza

IT | ES | DE
18 Luglio 2016
CATIÓ, GUINEA-BISSAU

Con le adozioni a distanza, la scuola di São Bento cresce insieme ai suoi studenti


Due nuovi corsi aperti quest'anno. E a settembre si inaugura la VII classe.
IT | ES | DE | FR | PT
17 Marzo 2016
GENOVA, ITALIA

Bambini e rifugiati, un ponte di dialogo e speranza. Il racconto dei Giovani per la Pace di Genova

IT | DE
25 Febbraio 2016

Come si ferma la guerra? Rispondono i bambini della Scuola della Pace di Spinaceto


Le grandi domande dell'oggi viste dalla prospettiva dei "piccoli" svelano la profondità di pensiero dei bambini
IT | RU
16 Dicembre 2015

Quest'anno, a Natale, adotta a distanza un bambino del Malawi! #mercychristmas


In uno dei paesi più poveri del mondo c'è un bambino che ti aspetta. La scheda di adesione online
IT | ES
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
11 Novembre 2014
Regió7
La comunitat de Sant Egidi comença a recollir joguines
1 Luglio 2014
L'Osservatore Romano
Risposte da dare
24 Maggio 2014
Il Piccolo
Comunità di Sant'Egidio 25 anni di impegno in aiuto ai più deboli
19 Febbraio 2014
Famiglia_Cristiana.it
Fuori dall'ombra con Sant'Egidio
5 Gennaio 2014
La Stampa.it
Ecco chi resiste alla fuga dalle scuole
tutta la rassegna stampa correlata

Per adottare a distanza un bambino ci si può rivolgere a:

Segreteria delle
adozioni a distanza
Comunità di Sant'Egidio
lun-gio-ven h.9,30-13.30
Tel. 06.5814217

oppure tramite e-mail

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri