Le attività di solidarietà della Comunità di Sant'Egidio sono realizzate grazie al lavoro di volontari

Aiutaci ad aiutare 

il tuo contributo può fare la differenza per tanti

      


change language
sei in: home - amicizia...i poveri - amici in carcere contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 

Amici in carcere


 
versione stampabile

I poveri spesso vanno in prigione. Sono persone in condizione di bisogno sociale ed economico, "sulla strada", o con gravi difficoltà personali; sono stranieri, tossicodipendenti, alcolisti, malati di AIDS. Frequentano le nostre mense, i centri di accoglienza, la strada e i quartieri nei quali siamo presenti. L'amicizia con questi fratelli ha condotto alcune persone della Comunità a visitare le carceri in Italia o in altri paesi europei, anche in Africa (ad esempio in Mozambico e in Guinea Conakry) e in America Latina (in Bolivia).
Il carcere, mondo chiuso e sconosciuto, è diventato luogo familiare, frequentato con regolarità da molti della Comunità di Sant'Egidio.

Il fondamento evangelico
Gesù stesso si riconosce nel carcerato:
"ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi" (Mt.25,35-36).

Gesù non giudica e non condanna come fanno i tribunali delle nostre società civili. Egli muore tra due ladri, non tra due innocenti condannati ingiustamente, e a uno dei due dice: "Oggi sarai con me nel paradiso" (Lc 23,43). Gesù insegna a non giudicare e a non condannare: "Non giudicate, per non essere giudicati…"(Mt.7,1).

Il carcere : un mondo a parte

Il carcere è per eccellenza luogo di emarginazione e di isolamento. La condizione di "carcerato" è innaturale, non-umana. Alcuni uomini e alcune donne reclusi non ricevono mai visite. 

"Ero carcerato 
e siete venuti a trovarmi
"

Le visite, la corrispondenza e il sostegno psicologico per fare del carcere un luogo dove mantenersi umani.
Nel Nord e nel Sud del mondo
Pur con tante differenze l'amicizia e l'ascolto caratterizzano la nostra presenza nelle carceri del Nord e del Sud del mondo.


NEWS CORRELATE
17 Marzo 2015
MAROUA, CAMERUN

Carceri in Africa: Sant'Egidio riporta l'acqua potabile nella prigione di Maroua in Camerun


Realizzato un nuovo impianto idrico per garantire l'acqua ai prigionieri anche durante le stagioni secche.
IT | FR
14 Gennaio 2015
NAPOLI, ITALIA

A Poggioreale un convegno sulla riforma della salute in carcere


Analisi, criticità e proposte a 6 anni dalla riforma della sanità nel sistema carcerario. Tra i relatori il ministro della Giustizia Andrea Orlando
5 Gennaio 2015
ROMA, ITALIA

Sognando il lavoro e una nuova vita: comincia così il 2015 nel carcere romano di Rebibbia


Pranzo di inizio anno con la Comunità di Sant’Egidio per 150 detenuti. Ospite d’eccezione Gigi Proietti
17 Dicembre 2014
NIAMEY, NIGER

Carceri più umane in Africa: l'impegno di Sant'Egidio con i minori in Niger


Istruzione, cure mediche e amicizia per una giustizia veramente riabilitativa
IT | ES | FR
15 Agosto 2014
CHIMOIO, MOZAMBICO

Inaugurata la "casa delle mamme" nel carcere di Chimoio, Mozambico #estatedisolidarietà

IT | ES | DE | FR | PT | CA
5 Giugno 2014
CAMERUN

Sant'Egidio e i poveri in Camerun: una storia di amicizia


con gli anziani, i bambini, nelle prigioni: segni di speranza nell'Africa che cambia
IT | EN | ES | DE | FR | CA | ID
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
22 Marzo 2015
Il Mattino
«Il primo santo? Era un detenuto»
21 Marzo 2015
Leggo
Il papa incontra i detenuti di Poggioreale: "Il primo santo è stato un ladro"
8 Marzo 2015
Famiglia Cristiana
«Mai più bambini e madri in carcere»
14 Gennaio 2015
Il Mattino
Caldoro: sanità dietro le sbarre, al Sud è tutto più difficile
14 Gennaio 2015
Avvenire
«Lavoro in carcere, si cambia»
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

137 visite

124 visite

155 visite

126 visite

177 visite
tutta i media correlati