Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - i più giovani - programm...gratuita - madagasc...bre 2008 contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Madagascar Novembre 2008


 
versione stampabile

2 Dicembre 2008
Registrati all'anagrafe 50 bambini di Antananarivo 
Non sono più "invisibili" grazie all'attività del Centro di aiuto alle madri e ai bambini in difficoltà

Il Centro di aiuto alle madri e ai bambini in difficoltà di Antananarivo (Madagascar) si presenta come un servizio socio-educativo destinato a madri che si trovano in situazioni molto difficili, garantendo loro un sostegno per trovare e attivare soluzioni alternative all’abbandono e contemporaneamente fornire alle donne una educazione sanitaria necessari a curare meglio la crescita del bambino.

Il Centro ha iniziato le sue attività nello scorso mese di maggio, ed è stata subito evidente l'esigenza di inserire molti dei bambini nel programma "Bravo!", ovvero di provvedere alla loro registrazione anagrafica.

Ad oggi, sono già 50 i bambini che hanno cominciato ad "esistere" legalmente grazie all'attività del centro.

Nel centro è possibile anche essere visitati da un medico e parlare con un’assistente sociale  per le pratiche amministrative più complesse.

Il centro si avvale anche della collaborazione di una decina di volontari, tra cui un giudice (che attualmente segue le pratiche di registrazione anagrafica dei bambini non registrati), due assistenti sociali, un formatore socio-sanitario.

 Il centro

Il centro è costituito da un ambulatorio medico, una stanza per le riunioni e i  colloqui con le madri, un magazzino per le distribuzioni di alimentari e materiali di prima necessità.
Lo spazio all’aperto è utilizzato per l’attesa e la formazione settimanale che è rivolta a tutte le donne che si rivolgono al centro.
Attualmente sono seguiti  412 minori in un’età compresa tra 0 – 10 anni e 256 donne. 

Negli ultimi mesi il centro ha garantito :
Visite mediche per i bambini
Fornitura gratuita di medicinali
Servizio sociale finalizzato alla prevenzione dell’abbandono dei minori e al sostegno alle situazioni familiari più difficili
Consulenza legale (in particolare pratiche per la carta di identità e l’iscrizione anagrafica)
Distribuzioni settimanali di generi alimentari, saponi, vestiario, scarpe.
Le madri che frequentano il centro hanno partecipato alle lezioni settimanali di educazione sanitaria

Sostieni Bravo! con una donazione

Scrivi a BRAVO!

Segreteria del programma BRAVO!

Tel +39 06 89922406

Scrivi a BRAVO!

"Sostieni il programma BRAVO!" Uno spot con Christian De Sica


 

NEWS CORRELATE
20 Marzo 2017
ROMA, ITALIA

Concluso a Roma il convegno dei rappresentanti delle Comunità di Sant'Egidio dell'Africa e dell'America Latina

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL
9 Marzo 2017
BURKINA FASO

Marius vive in Burkina Faso, ha sette anni e vuole andare a scuola. Ma serve il certificato di nascita....


...per questo nel villaggio è arrivato il programma BRAVO
IT | ES | DE | FR | NL | HU
9 Marzo 2017
MAPUTO, MOZAMBICO

Cibo e rose nel carcere femminile di Ndlavela in Mozambico, dove la povertà è fatta anche di abbandono

IT | ES | DE | PT
21 Febbraio 2017
BUKAVU, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

Vi ricordate Moise e Samuel, bambini di strada che avevano ottenuto un diploma? Eccoli qua al lavoro!!

IT | ES | DE | FR | PT
8 Febbraio 2017
BUKAVU, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO
Giornata di preghiera e riflessione contro la tratta degli esseri umani

Giornata contro la tratta: la storia Moise e Samuel, dalla condizione di "invisibili" a un diploma professionale

IT | ES | DE | FR | PT | RU
3 Febbraio 2017
GOMA, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

Lettera da Goma, in Congo: Siamo diventati i portavoce degli anziani abbandonati nella periferia della città

IT | EN | ES | DE | FR
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
18 Marzo 2017
Radio Vaticana
Telemedicina: nuova frontiera per la cooperazione in Africa
17 Marzo 2017
Sette: Magazine del Corriere della Sera
Andrea Riccardi: Le politiche sulle migrazioni devono partire dai giovani africani che usano Internet e il cellulare
8 Febbraio 2017
Avvenire
La Giornata. Il Papa: ascoltiamo il grido dei bimbi schiavi. Basta con l'indifferenza
7 Febbraio 2017
FarodiRoma
Tratta degli esseri umani. Sant’Egidio: privilegiare i milioni di minori invisibili
1 Dicembre 2016
Zenit
Africa: 300mila sieropositivi curati da Sant’Egidio
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

1404 visite

1356 visite

1378 visite

1300 visite

1222 visite
tutta i media correlati