Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
30 Giugno 2015 | SAN PEDRO CARCHÁ, GUATEMALA

Guatemala: Sant'Egidio apre Hogar Papa Francisco, la prima casa famiglia per gli anziani poveri di Alta Verapaz

Con il sostegno di una parrocchia e della diocesi, la casa ospita anziani indigeni malati che vivevano in ripari di fortuna

 
versione stampabile

Da alcuni mesi la Comunità di Sant'Egidio di San Pedro Carcha, nel distretto di Alta Verapaz in Guatemala, ha iniziato a sostenere un gruppo di anziane indigene che vivevano da sole in ripari di fortuna in condizioni estremamente precarie. I giovani della Comunità si sono attivati per trovare un alloggio. Alla fine sono riusciti ad ottenere l'aiuto di una parrocchia che ha donato loro una casa dove poter ospitare gli anziani soli. E’ nato così Hogar Papa Francisco, la prima casa famiglia per anziani di San Pedro Carcha.

Gli anziani conosciuti da Sant'Egidio appartengono a diversi gruppi indigeni, parlano lingue locali e con molta difficoltà un po’ di spagnolo. Si tratta di persone estremamente vulnerabili e povere, spesso non iscritte all’anagrafe, analfabete e legate ad un mondo rurale sempre più periferico. In Guatemala non non è ancora previsto un servizio pubblico a favore degli anziani, non esiste la pensione sociale né alcun tipo di contributo a favore della terza età. Con l’affievolirsi delle forze fisiche e l’insorgere di qualche sintomo di non autosufficienza, questi anziani, se non hanno familiari a cui rivolgersi, finiscono per smarrirsi tra un villaggio e l’altro.

La Comunità di Sant'Egidio ha deciso così di farvi vicina a questi anziani poveri, confusi e malati. Da questo incontro semplice e personale è nata la sfida di cercare un luogo, una casa dove poterli ospitare per vivere con loro quell’alleanza tra generazioni invocata più volte da Papa Francesco. Oggi l’Hogar Papa Francisco ospita 6 anziani che non avevano più rapporti con i loro familiari e vivevano in estrema povertà. Per ognuno di loro entrare a far parte di questa nuova famiglia è stata una benedizione ed anche una sfida nel farsi aiutare da persone tanto più giovani.

Per Macaria, che soffriva di infezioni ai reni e gastrite, è stato con pazienza introdotto il trattamento medico indicato dal medico senza farle abbandonare immediatamente le cure con erbe della cultura maya a cui continua ad essere tanto affezionata. Invece Victoria, abbandonata da tutti per tanti anni, non credeva più nella forza delle parole. Passava intere giornate in silenzio fino a quando ha capito che i sorrisi ed l'entusiasmo dei giovani della Comunità erano sinceri e rivolti proprio a lei.
Maria ha 77 anni e solo arrivando alla casa Papa Francesco ha potuto trovare un po’ di serenità, soffriva di convulsioni e non era mai stata curata, ora invece può prendere le medicine tutti i giorni e sta già molto meglio.

L’Hogar Papa Francisco è sostenuto economicamente dalla parrocchia e dalla diocesi, Sant'Egidio si occupa della assistenza diurna agli ospiti, comprese le cure mediche, mentre alcune religiose assistono le anziane di notte. E' una sinergia, una rete di solidarietà nata dalll'impegno e l'insistenza dei giovani che hanno sensibilizzato la Chiesa locale sulla condizione degli anziani di Alta Verapaz.

Così la vita della Comunità di Sant'Egidio di San Pedro Carcha si intreccia con la storia di evangelizzazione di questa antica terra: proprio in queste zone montuose conosciute come Tierra de Guerra dagli spagnoli, Bartolomé de las Casas dopo il 1539 in compagnia di alcuni confratelli impresse alla predicazione un’intonazione tutta speciale. Mise in musica il rosario con i principali misteri della fede, realizzò innumerevoli conversioni tanto da far cambiare il nome a quest’angolo di mondo in Alta Verapaz. Sulle sue orme un gruppo di giovani di Sant'Egidio continua a proteggere i poveri, vivendo un profondo legame con Roma e tanti fratelli di tutto il mondo.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Maggio 2017

Dona il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio. Non costa nulla ma vale tanto! Basta un numero: 80191770587

19 Maggio 2017
NAPOLI, ITALIA

Da oggi gli anziani di Napoli hanno il loro ''Fondaco della Solidarietà''

5 Maggio 2017
SAN SALVADOR, EL SALVADOR

Finalmente fuori dall'istituto, una vacanza speciale per gli anziani del Salvador

IT | ES | DE | PT | NL | RU
2 Maggio 2017
CATANIA, ITALIA

Sant'Egidio ed Enel Cuore inaugurano a Catania il nuovo Centro polifunzionale ''Viva gli Anziani!''

16 Marzo 2017
GENOVA, ITALIA

Anziani, senza casa: ma tutto può cambiare! Succede a Genova

11 Luglio 2011

Anziani a Napoli: oltre l’emergenza, oltre la crisi. Una proposta innovativa della Comunità di Sant’Egidio per Napoli e per il Sud

IT | ES | DE | CA
tutte le news
• STAMPA
31 Ottobre 2016
La Nazione

Giubileo degli anziani e festa di Sant'Abramo in Santissima Annunziata a Firenze

17 Luglio 2017
OnuItalia

Sant’Egidio in Malawi, convegno su solidarietà per i poveri, tenerezza per gli anziani

8 Luglio 2017
Il Mattino di Padova

La cura degli anziani in 26 appuntamenti

8 Luglio 2017
La Nazione

Sant'Egidio: Cocomerate e scuole gratuite

20 Giugno 2017
Sonntagsblatt

Gemeinschaft genießen

1 Giugno 2017
Il Messaggero

Ostia, nonna Assunta compie 100 anni festa a sorpresa nella casa di Sant'Egidio

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI
Comunità di Sant'Egidio

Scheda del programma Viva gli Anziani (Giugno 2017)

Comunità di Sant'Egidio

Progetto ''Una città per gli anziani, una città per tutti''

Alcuni dati: il numero di anziani soli in Italia

Alcuni dati: popolazione anziana nel mondo

I dati del programma Viva gli Anziani!

Intervento di Irma, anziana romana, durante la visita di papa Francesco a Sant'Egidio

tutti i documenti
• LIBRI
tutti i libri

FOTO

655 visite

634 visite

621 visite

608 visite

592 visite
tutta i media correlati