Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
11 Novembre 2011 | BURKINA FASO

Stabilizzazione dello stato civile, formazione del personale, iscrizione anagrafica per 3 milioni di persone. Incremento della scolarizzazione.Questi i primi risultati del programma "Bravo!" in Burkina Faso

 
versione stampabile

Al termine dei due corsi di formazione, uno per gli agenti di stato civile delle province di Bobo Dioulasso e di Réo e l’altro per gli ufficiali di stato civile-capi servizio provinciali di tutto il paese, svoltisi fra il 31 ottobre e il 5 novembre, è stato possibile raccogliere qualche iniziale elemento di valutazione e i primi dati sugli effetti a lungo termine del vasto impegno di formare uno stato civile stabile e durevole in Burkina Faso, paese che si è reso protagonista di un enorme sforzo in questo senso e che ha visto il programma BRAVO! impegnato per garantire l’attuazione di un diritto umano fondamentale: quello della registrazione allo stato civile.

La formazione del personale di stato civile infatti si inquadra nell’impegno a proseguire lo sforzo della grande campagna di registrazione universale e gratuita che ha coinvolto l’intero paese e che ha posto fine alla piaga dei “bambini invisibili”.

Infatti il Burkina Faso è uno dei pochi paesi africani che ha affrontato in maniera complessiva e con una strategia di lungo periodo, il problema della mancata registrazione allo stato civile.

La campagna di registrazione universale e gratuita che si è svolta fra il 2009 e il 2010, che ha toccato gli angoli più remoti del paese, infatti, ha segnato  un grande successo permettendo la registrazione di più di 3 milioni di persone. Ma ha anche posto le basi per una stabilizzazione del sistema di stato civile, attraverso la sensibilizzazione della popolazione e la strutturazione dei servizi di base con l’apertura di centri principali e secondari in tutto il territorio nazionale, dove è possibile agevolmente registrare le nascite. La notevole riduzione della distanza fra i villaggi rurali e i luoghi deputati a raccogliere le dichiarazioni di nascita ha permesso di affrontare uno dei motivi più seri che impedivano alla popolazione di registrare le nascite.

La campagna ha permesso di riconoscere un diritto umano fondamentale a larghi strati della popolazione del Burkina Faso che, seppure in gran parte consapevole della gravità del problema, non aveva gli strumenti per affrontarlo, rendendo inoltre presente l’amministrazione dello Stato nella vita dei suoi cittadini. La formazione degli agenti e dei funzionari di stato civile ha poi creato una nuova sensibilità e una maggiore consapevolezza su questi temi.

Una bambina mostra il suo certificato di registrazione anagraficaQuesto impegno ha dato frutti molto positivi. Dai primi dati raccolti  risulta che, nel 2010, nelle scuole del ciclo primario, la percentuale di bambini in possesso di un certificato anagrafico è stata pari al 95%. Questo elemento è particolarmente decisivo perché la stragrande maggioranza dei bambini, prima della campagna universale e gratuita, non poteva concludere il ciclo primario perché mancava del certificato anagrafico e abbandonava la scuola. Il tasso di analfabetismo in Burkina Faso è uno dei più alti dell’Africa, raggiungendo punte del 70%. Il successo della campagna ha permesso quindi di far notevolmente salire il numero di bambini che continua gli studi. Oggi solo il 5% dei bambini ha bisogno di ricorrere ad un ufficio dello stato civile per avere il certificato e poter affrontare l’esame.

Inoltre la percentuale di bambini che vengono registrati al momento della nascita è salita a circa l’80% (mentre prima del 2009 solo un terzo dei bambini era registrato alla nascita), mostrando che la popolazione è ben consapevole della necessità di registrare alla nascita i bambini, gratuitamente, per evitare la procedura di registrazione tardiva più complessa e costosa.

L’impegno del programma BRAVO! è quello di continuare a sostenere la creazione di uno stato civile stabile e durevole, perché questo è il fondamento di una nuova società che sa includere tutti i suoi cittadini, particolarmente i più deboli e sa garantire i diritti umani fondamentali ad ogni generazione che nasce.

 

Sostieni "Bravo!" con una donazione online
versamento online mediante connessione sicura per i circuiti:
 

 

APPROFONDIMENTI


Birth Registragion for All Verus Oblivion

Sostieni Bravo! con una donazione

Scrivi a BRAVO!

Segreteria del programma BRAVO!

Tel +39 06 89922406

Scrivi a BRAVO!

MEDIAGALLERY

"Sostieni il programma BRAVO!" Uno spot con Christian De Sica


 

 LEGGI ANCHE
• NEWS
20 Maggio 2017
BERLINO, GERMANIA

Il Premio German Global Health Award al programma DREAM

IT | ES | DE | FR | PT | CA
25 Aprile 2017
BERLINO, GERMANIA

Giovani, Africa e dialogo interreligioso al centro del lungo colloquio a Berlino tra Andrea Riccardi e Angela Merkel

IT | EN | ES | DE | FR | PT
24 Aprile 2017
BUKAVU, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

In Congo Sant'Egidio celebra la Pasqua liberando alcuni giovani prigionieri dal carcere di Bukavu

IT | ES | FR | PT | NL | RU | HU
5 Aprile 2017
BENIN

Andrea Riccardi alle Comunità del Benin: un paese crocevia di etnie può insegnare il gusto di vivere insieme

IT | DE | NL
2 Aprile 2017
TOGO

Sant'Egidio, un popolo di amici sulla strada, con i poveri: la visita di Andrea Riccardi alle Comunità del Togo

IT | ES | DE | FR | NL
20 Marzo 2017
ROMA, ITALIA

Concluso a Roma il convegno dei rappresentanti delle Comunità di Sant'Egidio dell'Africa e dell'America Latina

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL
tutte le news
• STAMPA
22 Aprile 2017
L'Osservatore Romano

Senza arrendersi alla disumanità

20 Aprile 2017
SIR

Corridoi umanitari: Caritas Italiana e Comunità di Sant’Egidio in Etiopia per aprire il primo canale dall’Africa

14 Aprile 2017
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Il mercato della fede tra sette, miracoli e promesse di soluzione dei problemi quotidiani

28 Marzo 2017
La Civiltà Cattolica

La corruzione che uccide

18 Marzo 2017
Radio Vaticana

Telemedicina: nuova frontiera per la cooperazione in Africa

17 Marzo 2017
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Andrea Riccardi: Le politiche sulle migrazioni devono partire dai giovani africani che usano Internet e il cellulare

tutta la rassegna stampa
• NO PENA DI MORTE
31 Ottobre 2014

Inaugurata a Bukavu la campagna "Città per la vita"

12 Ottobre 2014
All Africa

Africa: How the Death Penalty Is Slowly Weakening Its Grip On Africa

20 Settembre 2014

Ciad: il nuovo codice penale prevede l'abolizione della pena di morte

20 Settembre 2014
AFP

In Ciad rischio criminalizzazione gay, ma abolizione pena morte

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Burkina Faso - La Paix est l'avenir: Rencontre des religions pour la paix

Comunicato stampa contro i linciaggi in Mali

The Goal of a DREAM

Dichiarazione dell'Unione Africana sul Patto Repubblicano firmato a Bangui

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

tutti i documenti
• LIBRI
tutti i libri

FOTO

1376 visite

1410 visite

1423 visite

1369 visite

1396 visite
tutta i media correlati