Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
24 Aprile 2012 | INDONESIA

Firmato un accordo fra Sant’Egidio e Muhammadiyah

una collaborazione tra comunità religiose per una società del "convivere"

 
versione stampabile

Il momento della firma dell'accordo tra il prof. Marco Impagliazzo, Presidente della Comunità di Sant'Egidio e il prof. Din Syamsuddin, Presidente della MuhammaddiyahPiù dialogo tra cristiani e musulmani nel più grande paese islamico del mondo. E' stata firmata  in Indonesia un'intesa tra la Comunità di Sant'Egidio e la Muhammaddiyah, una delle più numerose organizzazioni islamiche nel mondo, in occasione della visita ufficiale del governo italiano a Jakarta. Un passo di avvicinamento verso l'incontro mondiale per la pace e per il dialogo interreligioso di Sarajevo (9-11 Settembre 2012).

Come si fa a superare un decennio di scontri, a prevenire le rappresaglie e le chiese e le moschee bruciate, a ricreare un modo di vivere insieme e a svuotare gli argomenti di chi dice che il mondo deve essere fatto a isole etniche (celebriamo venti anni dall'assedio di Sarajevo e dalla guerra di Bosnia che la Comunità internazionale ha vissuto per difendere la convivenza e che si è risolta nella prima divisione etnica in Europa dei nostri tempi)?

I partecipanti riuniti al momento della firmaE' la via del dialogo come strategia attiva, come arma non violenta e intelligente, chiave di una diplomazia dal basso - ma a volte anche dall'alto, nei casi più riusciti - e come strategia di pace preventiva. Riparare alle guerre e alle violenze quando sono accadute è ormai sempre più un costo umano insostenibile.

 Riparte così dall'Indonesia, il paese musulmano più grande del mondo, la strategia di pace della Comunità di Sant'Egidio. All'interno della missione ufficiale e della visita del Ministro degli Esteri Italiano Terzi, una conferenza di dialogo e la firma di un protocollo di intesa tra la Comunità di Sant'Egidio e una delle più numerose organizzazioni musulmane del mondo, la Muhammaddiyah.

L'accordo, firmato dal presidente della Comunità di Sant'Egidio, Marco Impagliazzo, e il presidente della Muhammaddiyah, Din Syamsuddin, prevede una collaborazione tra le due associazioni "nel campo della solidarietà, del dialogo interreligioso, della promozione di una cultura della tolleranza e della convivenza, nella soluzione dei conflitti e la ricerca della pace e in aiuti umanitari in caso di catastrofi naturali".

La collaborazione, che a partire da questo accordo potrà essere ulteriormente implementata, è frutto degli incontri di dialogo nello "Spirito di Assisi" che la Comunità di Sant'Egidio promuove ogni anno e che ha permesso di tessere una rete di amicizie e di convergenze con rappresentanti di diversi mondi religiosi. In questo contesto, si sono sviluppate le relazioni con l'islam indonesiano, che, sebbene largamente maggioritario, ha accolto come costitutivo il principio del pluralismo e del dibattito democratico, contribuendo all'interessante esperimento di coabitazione nella molteplicità rappresentato dall'Indonesia.

La Comunità di Sant'Egidio, assieme a organizzazioni della società civile indonesiana e a parlamentari indonesiani si è spesa ed è attiva da tempo anche per una limitazione dell'uso della pena capitale e una moratoria delle esecuzioni, in vista dell'abolizione e nella direzione segnata dalla Risoluzione ONU approvata dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2007, 2008 e 2010 a New York.

In Indonesia la Comunità di Sant'Egidio è radicata da molti anni in diverse zone del Paese, con 16 comunità in altrettante città, impegnate nella solidarietà con i poveri, con le Scuole della Pace ai bambini, e numerose attività a servizio di anziani, lebbrosi e persone senza casa. E' attivo da tempo anche un programma di adozioni a distanza, in dialogo con le diverse componenti sociali e religiose del paese.

Alla firma del Memorandum erano presenti rappresentanti della Muhammaddiyah, e della Comunità di Sant'Egidio - da diverse città indonesiane - ma anche di altre comunità religiose - buddista, confuciana e induista - e del Governo indonesiano.

Il prof. Din_Syamsuddin, la dott.ssa Valeria Martano e il prof. Marco ImpagliazzoSi tratta infatti di un evento che apre la possibilità di contribuire in maniera significativa alla costruzione e alla protezione di un clima di coabitazione
tra comunità religiose, anche per contrastare episodi di intolleranza che di tanto in tanto insorgono e, allo steso tempo, di creare le condizioni per una fattiva collaborazione tra comunità religiose per una società che sia veramente luogo del "vivere insieme". Un esempio concreto a difesa delle minoranze cristiane e di tutte le minoranze sociali e religiose, che può rivelarsi una pista di lavoro anche in altri paesi.

 

 

 

Ti può interessare anche:

Il dialogo tra le religioni al centro dell’incontro tra Italia e Indonesia

 LEGGI ANCHE
• NEWS
17 Settembre 2016
INDONESIA

A Jakarta in Indonesia uno dei primi incontri di Preghiera per la Pace

IT | ES
1 Settembre 2016

1 settembre, memoria di Sant'Egidio. La Comunità che ne ha preso il nome rende grazie in ogni parte del mondo

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA
2 Agosto 2016
MILANO, ITALIA

Cristiani e musulmani si scambiano il segno della pace

IT | FR
2 Agosto 2016

Musulmani a Messa, abbraccio di svolta: In cammino di pace da credenti. Con pazienza e sapienza

IT | FR
1 Agosto 2016

Una domenica di dialogo e preghiera per la pace, che abbatte i pregiudizi. Gli imam romani a Santa Maria in Trastevere.

IT | FR | HU
31 Luglio 2016
ROMA, ITALIA

Tre Imam della periferia di Roma oggi a Santa Maria in Trastevere in segno di dialogo e solidarietà con i cristiani

IT | FR
tutte le news
• STAMPA
9 Settembre 2016
La Nazione

«Soltanto la cultura ci salverà»: la speranza di Andrea Riccardi

7 Settembre 2016
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Andrea Riccardi: La nuova laicità è l'arte di vivere insieme

26 Agosto 2016
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Francesco sta salvando le nostre radici cristiane e sta aiutando i musulmani a costruire quel rinascimento senza pregiudizi che noi abbiamo già conosciuto

26 Agosto 2016
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Andrea Riccardi: La bandiera di Lepanto non abita più in Vaticano

14 Agosto 2016
Famiglia Cristiana

La mia moschea, un ponte con i fratelli cristiani

6 Agosto 2016
La Sicilia

Integrarsi con Giochi senza frontiere

tutta la rassegna stampa
• NO PENA DI MORTE
12 Marzo 2015

Indonesia: imminente l'esecuzione per 10 stranieri condannati a morte.

9 Marzo 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

28 Febbraio 2015
Reuters

Australian PM strikes conciliatory note over Indonesia executions

21 Febbraio 2015
AGI

Brasile: scontro su esecuzioni, respinto ambasciatore Indonesia

21 Febbraio 2015
Reuters

Indonesia recalls envoy to Brazil amid row over execution

20 Febbraio 2015
Reuters

Australia ratchets up pressure on Indonesia over executions

18 Gennaio 2015
La Repubblica on line

Indonesia, eseguita condanna a morte per sei trafficanti di droga: 5 sono stranieri

10 Gennaio 2015
INDONESIA

L’Arcivescovo indonesiano di Jakarta contro la Pena di Morte

12 Dicembre 2014

A Jakarta cinque condannati a morte rischiano l'esecuzione nel mese di dicembre 2014

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Ahmad Al Tayyeb - Oriente e Occidente - Dialoghi di civiltà - Parigi 2016

Andrea Riccardi - Oriente e Occidente - Dialoghi di civiltà

Tanni Taher: the commitment of Sant'Egidio against the death penalty in Indonesia

Dove Napoli 2015

Comunità di Sant'Egidio: Brochure Viva gli Anziani

tutti i documenti
• LIBRI

Il martirio degli armeni





La Scuola

Elogio dei poveri





Francesco Mondadori
tutti i libri