Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - i più giovani - il paese...cobaleno - il paese...ocumenti - io ho un...r inform - asia - le bambine contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Le bambine


 
versione stampabile

"Io ho un sogno… andare a scuola"
MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE 
PER IL DIRITTO ALLO STUDIO
dossier informativo

ASIA
Le bambine in Asia

E' stato calcolato che il 60% dei bambini analfabeti è di sesso femminile. Questo dipende da diverse cause: innanzitutto per il ruolo importante che le bambine svolgono sia nei lavori domestici, sia nell' accudire i fratelli più piccoli, spesso numerosi. Le tradizioni di molti paesi asiatici tendono poi a dar maggiore importanza all' istruzione dei figli maschi piuttosto che a quella delle figlie.

In Pakistan, una figlia è considerata un bene prezioso per lavorare in casa e nei campi. Le bambine non godono di una vera e propria infanzia. A tre anni iniziano a occuparsi dei fratelli più piccoli, delle persone anziane o disabili, dei lavori domestici e degli animali da cortile.

La frequenza scolastica delle bambine è particolarmente importante in quei paesi, come in Thailandia (200.000 bambini coinvolti) e nelle Filippine (60.000), dove è facile cadere nel traffico legato allo sfruttamento sessuale. Non dimentichiamo che l'Asia è al centro del mercato della prostituzione infantile e del turismo sessuale, e le bambine costituiscono il 90% di questo giro di affari.

A cinque anni le bambine sono considerate pronte per seguire le donne oltre le mura domestiche, raccogliere acqua e legna, lavorare nei campi e occuparsi degli animali da pascolo. Nelle zone rurali montane, queste bambine lavorano fino a 15/18 ore al giorno: sono malnutrite, mal vestite e non curate.

La mancanza di classi separate e di insegnanti donne induce molti genitori a non mandare le proprie figlie a scuola.

L'analfabetismo femminile, e quindi la poca conoscenza delle fondamentali norme igienico-sanitarie, influisce negativamente sul tasso di mortalità sia delle donne che non sopravvivono al parto, sia dei piccoli nati che non vengono curati e nutriti in modo adeguato e si ammalano quindi con più frequenza.

Altri aspetti del problema dell'istruzione

Problema non secondario è quello dei bambini non iscritti all'anagrafe, comune a molti Paesi in Via di Sviluppo. Questo comporta che i bambini non esistono ufficialmente e che quindi non possono accedere ai servizi pubblici fondamentali, e tra questi la scuola. In India il 50% dei bambini non risulta registrato.

I più Giovani

I documenti


 LEGGI ANCHE
• NEWS
17 Maggio 2017
ANVERSA, BELGIO

Prove di convivenza e integrazione nelle periferie multietniche del Belgio

IT | ES | FR | CA
17 Marzo 2017
LIVORNO, ITALIA

Storia e futuro nel Mediterraneo: a Livorno il convegno internazionale Medì

3 Marzo 2017
ADJUMANI, UGANDA

I bambini della School of Peace nel campo profughi di Nyumanzi studiano tutti i giorni e ne sono orgogliosi

IT | ES | DE | NL
11 Febbraio 2017

Decreto immigrazione, l'appello di Impagliazzo al Parlamento: ''Si ispiri a princìpi di umanità e integrazione''

4 Gennaio 2017

Ultimi giorni della grande vendita di beneficenza alla città ecosolidale di Roma

20 Novembre 2016

Giornata mondiale dei diritti dell'infanzia: Sant'Egidio dalla parte dei bambini

IT | ES | DE | PT | HU
tutte le news
• STAMPA
28 Febbraio 2017
Corriere.it

Andiamo a convivere? Le nonne vanno a convivere per resistere alla crisi

21 Febbraio 2017
Famiglia Cristiana

Se sei disabile non puoi diventare italiana: la storia di Cristina

7 Febbraio 2017
Avvenire

Integrazione. Cittadinanza, le seconde generazioni: legge subito

6 Febbraio 2017
AdnKronos

Migranti: Santerini e Chaouki a Grasso, Senato approvi legge cittadinanza

24 Gennaio 2017
Huffington Post

Dopo diciotto anni e nove tentativi Cristina è riuscita finalmente a diventare italiana

7 Gennaio 2017
SIR

Periferie: Comunità Sant’Egidio, oggi pomeriggio flash mob al Corvetto di Milano per “un quartiere umano e vivibile”

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
29 Marzo 2017 | NOVARA, ITALIA

Marcia di pace dei bambini 2017

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

L'appello finale del pellegrinaggio dei giovani europei ad Auschwitz (IT)

Per una città più umana: no alla violenza, sì alla pace

Comunità di Sant'Egidio

La mensa per i poveri di Via Dandolo

Saluto del Presidente Mario Monti

L'omelia di mons. Matteo Zuppi

Appel pour la paix au Mali

tutti i documenti
• LIBRI

Le città vogliono vivere





Giuliano Ladolfi Editore
tutti i libri