Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - i più giovani - adozioni a distanza - con le a...ozambico contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Con le adozioni a distanza è cambiata la vita per centinaia di bambini e le loro famiglie nei villaggi attorno a Pemba, in Mozambico


 
versione stampabile

Con le adozioni a distanza è cambiata la vita per centinaia di bambini e le loro famiglie nei villaggi attorno a Pemba, in Mozambico
14 settembre 2010

Aldino ci corre incontro, sulla strada di terra battuta, quando il nostro fuoristrada arriva nella "piazza" di Mecufi: è molto cresciuto dall'ultima volta che l'abbiamo visto: oggi è un ragazzo, è alto per la sua età, e parla bene portoghese, perchè ha frequentato la scuola regolarmente. Quest'anno si è iscritto alle superiori. Per farlo, aveva bisogno del certificato di nascita. Come tanti ragazzi delle campagne africane, infatti, non era stato registrato all'anagrafe. Ma anche questo ostacolo è stato superato: qualche mese fa è diventato un cittadino mozambicano a tutti gli effetti.

Aldino è uno dei trecento bambini adottati a distanza con il programma della Comunità di Sant'Egidio nei villaggi attorno a Pemba, città del nord del Mozambico, fin dal 2001. Nove anni di buon cibo, di cure costanti, hanno cambiato non solo la sua infanzia, ma anche il suo futuro di uomo e di cittadino. Ed hanno cambiato l'ambiente attorno, a cominciare dalla famiglia.

"Oggi - ci dice sua madre - siamo meno preoccupati del futuro. Ogni volta che è successo qualcosa - e ne sono successi di guai, in questi anni - avevamo qualcuno che ci dava una mano. Quando la pioggia ha portato via mezzo villaggio, ho potuto ricostruire la mia casa. Quando Aldino è stato male, lo abbiamo portato in ospedale. Potevamo farlo perchè avevamo i soldi per le medicine. Qui si paga tutto... E' bello oggi, mio figlio. Magari diventa ingegnere, o medico.....".

Da qualche tempo, un gruppo di donne, i cui figli sono adottati a distanza, si sono organizzate per coltivare ciascuna un pezzo di terra e, acquistando le sementi necessarie, ora producono ortaggi e frutta per le loro famiglie.

Un'adozione a distanza, infatti, coinvolge sempre tutta la famiglia. Non si tratta solo dell'aiuto economico - che è decisivo - ma della certezza che non si è destinati a soccombere di fronte alle difficoltà, perchè qualcuno, da lontano, ti sente parte della sua famiglia.

Visitiamo gli altri villaggi: Metuge, Morrebue e Nancaramo. Sono tante le storie come questa. Tante le facce sorridenti e serene.

Ogni incontro si trasforma in una festa. Vorremmo che la gioia di cui siamo testimoni raggiungesse tutti coloro che l'hanno resa possibile: migliaia di "genitori a distanza" che da anni, con puntualità, hanno fatto entrare un bambino - e la sua famiglia - nell'orizzonte della loro vita.   

 

Per adottare a distanza un bambino ci si può rivolgere a:

Segreteria delle
adozioni a distanza
Comunità di Sant'Egidio
lun-gio-ven h.9,30-13.30
Tel. 06.5814217

oppure tramite e-mail

Immagini

 

 

Adozioni a distanza

MEDIAGALLERY


 

 

NEWS CORRELATE
6 Dicembre 2011

Regala un'adozione a distanza!

IT | EN | ES | DE | FR | ID
31 Ottobre 2011

Bogor (Indonesia) - Un convegno con i giovani cresciuti con il programma di Adozioni a Distanza

IT | EN | ES | DE | FR | CA | NL | ID
18 Ottobre 2011

Adozioni a distanza: vacanze al mare per i bambini della casa famiglia di Antananarivo (Madagascar)

IT | ES | DE | CA | NL | RU | UK
28 Settembre 2011

El Salvador - A La Herradura, un' area rurale priva di presidi sanitari, una “Giornata della Salute” per i bambini adottati a distanza

IT | ES | DE | FR | CA | NL
16 Agosto 2011

Conakry (Guinea Conakry): I bambini e i ragazzi adottati a distanza alla Festa del Paese dell’Arcobaleno

tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
20 Luglio 2017
Famiglia Cristiana
Marco Impagliazzo. Ambasciatore di pace per i casi difficili
4 Ottobre 2016
Notizie Italia News
In Mozambico il popolo ha sete di pace e non vuole tornare indietro - Intervista a don Angelo Romano
8 Settembre 2016
Avvenire
Malawi. Al confine 4mila i profughi dal Mozambico
16 Luglio 2016
OnuItalia
Mozambico: Raffaelli e don Romano (Sant’Egidio) incarico mediatori Ue per pace
8 Luglio 2016
OnuItalia
Sant’Egidio: Riccardi torna in Mozambico, aiuti a profughi mozambicani in Malawi
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

283 visite

266 visite

189 visite

248 visite

173 visite
tutta i media correlati