Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
17 Marzo 2003

Consegnati aiuti sanitari all'Ospedale Centrale di Maputo

 
versione stampabile

Materiale monouso e apparecchiature di base possono impedire la diffusione dell'AIDS, spesso legata anche alla carenza di adeguate strutture sanitarie

A Maguinene una madre porta nel nostro ambulatorio suo figlio, un bambino cieco e sordo, colpito a quattro anni da malaria cerebrale. 
Purtroppo è il bambino anche malato di AIDS. Ma, dal momento che sua madre è sana, è assai probabile che la sua infezione sia stata contratta in ospedale. 
E' questa la sorte di migliaia e migliaia di bambini e adulti in Mozambico, vittime di un sistema sanitario povero, che ricicla siringhe, aghi, guanti e persino attrezzi chirurgici. La cosiddetta "trasmissione iatrogena", a lungo trascurata, rivela tutta la sua tragica importanza nella diffusione dell'AIDS.
Per questo, gli aiuti raccolti in Italia - prevalentemente materiale sanitario monouso (siringhe, guanti etc.)  ma anche un ecografo doppler e una lavavetreria da laboratorio - sono stati così ben accolti dal direttore dell'Ospedale Centrale di Maputo. 
Ci ha confidato che spesso non è possibile reperire le 5000 siringhe necessarie ogni settimana per la sua struttura. 
Il materiale donato dalla Comunità è sufficiente per almeno un mese. 

Gli aiuti che sono stati consegnati sono il frutto di raccolte effettuate nei paesi europei. Questa raccolta di materiale nei nostri paesi ricchi è dunque una iniziativa importantissima per la prevenzione. 
La stampa ha dato rilievo all'avvenimento, così come la televisione e la radio non hanno mancato di registrare la piccola cerimonia di consegna.

Leonardo Palombi


 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Dicembre 2016

A Natale aiuta una madre a far nascere un bambino sano: regala un'adozione a distanza!

IT | ES
1 Dicembre 2016

1 dicembre, Giornata Mondiale contro l'AIDS 2016. Per il futuro dell'Africa

IT | DE | FR | HU
16 Novembre 2016
BEIRA, MOZAMBICO

Il Giubileo della Misericordia nella periferia africana: la preghiera di Sant'Egidio con gli anziani di Nhangau

IT | ES | DE | PT
11 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Aids, il Premio Feltrinelli al programma DREAM ''per un'impresa eccezionale di alto valore morale e umanitario''

10 Novembre 2016

Aids, il Premio Antonio Feltrinelli dell’Accademia dei Lincei al programma DREAM

IT | FR | PT
13 Ottobre 2016
BANGUI, REPUBBLICA CENTRAFRICANA

Una delegazione di Sant'Egidio incontra il Presidente della Repubblica Centrafricana Touadéra

IT | EN | ES | DE | FR | PT | RU | HU
tutte le news
• STAMPA
1 Dicembre 2016
Zenit

Africa: 300mila sieropositivi curati da Sant’Egidio

11 Novembre 2016
Radio Vaticana

Aids in Africa: premiato progetto Dream di Sant'Egidio

10 Novembre 2016
Vatican Insider

Aids, il Premio “Antonio Feltrinelli” dell’Accademia dei Lincei al programma DREAM di S.Egidio

4 Ottobre 2016
Notizie Italia News

In Mozambico il popolo ha sete di pace e non vuole tornare indietro - Intervista a don Angelo Romano

8 Settembre 2016
Avvenire

Malawi. Al confine 4mila i profughi dal Mozambico

18 Luglio 2016
OnuItalia

Il centro DREAM di Blantyre (Malawi) dedicato al responsabile Elard. A Durban Ban apre AIDS2016

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

The Goal of a DREAM

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

Marc Spautz

Discorso di Marc Spautz, ministro della Cooperazione del Lussemburgo

Impagliazzo Marco

Marco Impagliazzo: Afrique: terre d’opportunités

Andrea Riccardi

Saluto di Andrea Riccardi in ricordo di Ana Maria Muhai

Rossella Rizzi

Un sogno per l'Africa

tutti i documenti
• LIBRI

Eine Zukunft für meine Kinder





Echter Verlag

Un domani per i miei bambini





PIEMME
tutti i libri

FOTO

264 visite

251 visite

178 visite

237 visite

159 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri