Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
7 Aprile 2015 | UVIRA, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

La risposta di Sant'Egidio alla cultura dello scarto verso gli anziani nella Repubblica Democratica del Congo

Nella città di Uvira, aperta la prima casa famiglia, ospiterà quattro anziani

 
versione stampabile

Ad Uvira, nella Repubblica Democratica del Congo, la Comunità di Sant'Egidio ha inaugurato la prima "Casa - Famiglia" per gli anziani del Paese. Vi saranno ospitati 4 anziani: Thèrese di 70 anni, Cecilie di 74, Fidèle di 82 e Jeannette di 76.

Si tratta di un segno importante, come ha sottolineato all'inaugurazione il vescovo Sebastien Muyengo Mulombe, ricordando le parole di Papa Franecesco sull'importanza della cura per gli anziani e del valore che essa ha nel valutare il livello di una civiltà.

La condizione degli anziani nella Repubblica Democratica del Congo in generale e ad Uvira in particolare, è infatti drammatica. Solo nel corso del 2014 si sono contati almeno 10 linciaggi contro gli anziani con l'accusa di "stregoneria". Basta un lutto in famiglia, un giovane che muore e subito si addossa la colpa all'anziano che viene cacciato dalla casa e messo per strada. Nel peggiore dei casi viene ucciso dalla folla di familiari, i più fortunati si  ritrovano a mendicare per la strada. E' un sistema disumano che non nasconde interessi materiali: spesso infatti allontanare gli anziani significa anche impossessarsi facilmente e impunemente delle case e dei terreni di loro proprietà. La cultura dello scarto che affligge le società occidentali - di cui parla spesso Papa Francesco - coplisce anche in Africa legittimando, purtroppo, la violenza verso gli ultimi e i deboli.

Marie Claire Kabala, della Comunità di Sant'Egidio, nel corso dell'inaugurazione ha ricordato gli anziani uccisi dai linciaggi e di come questa casa aperta nel tempo di Pasqua sia anche un segno di  Resurrezione. "Le pietre di questa casa sono cementate dall'amore, di un amore che è più forte della morte!". Un segno concreto di speranza da diffondere e comunicare, per una cultura del convivere che non escluda più nessuno.

 

 

 

   

 LEGGI ANCHE
• NEWS
17 Ottobre 2015
BARCELLONA, SPAGNA

Anziani contro la pena di morte

IT | ES | CA
23 Aprile 2014
ITALIA

Dona il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio

12 Gennaio 2014
HAITI

A quattro anni dal terremoto di Haiti, con i bambini della casa famiglia di Sant'Egidio

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA
14 Ottobre 2013
LILONGWE, MALAWI

Più di 1400 ragazzi a Lilongwe e a Blantyre per dire “Viva gli anziani”!

IT | ES | DE | FR | RU
2 Ottobre 2013
ROMA, ITALIA

Festa dei nonni: Sant'Egidio lancia il concorso "Chi trova un nonno trova un tesoro"

tutte le news
• STAMPA
27 Gennaio 2016
Würzburger katholisches Sonntagsblatt

Keine Berührungsängste

16 Aprile 2014
Giornale di Sicilia

La comune dei nonni

1 Dicembre 2013
Criterio

Andrea Riccardi: “No será fácil sacar a la Iglesia de su envejecimiento”

29 Ottobre 2013
La Repubblica - Ed. Genova

Sant'Egidio, la forza degli anni così gli anziani insegnano la vita.

27 Ottobre 2013
Avvenire - Ed. Milano

Nella casa confiscata oggi vivono gli anziani soli

27 Ottobre 2013
Il Secolo XIX

Società più anziana, una risorsa per tutti

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
20 Novembre 2015 | BARCELLONA, SPAGNA

Presentazione dell'edizione spagnola di "La forza degli anni . lezioni di vecchiaia per giovani e famiglie"

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI
Muhammad Abdul Khabir Azad

Il dono della vecchiaia di Mohammad Abdul Khabir Azad

Shoten Minegishi

“Il dono della vecchiaia di Shoten Minegishi

Serafim

Le persone anziane, dono di Dio di Seraphim

tutti i documenti
• LIBRI

La fuerza de los años





Ediciones Sígueme
tutti i libri

VIDEO FOTO
2:18:54
La forza degli anni. La vecchiaia come benedizione

801 visite

834 visite

880 visite

854 visite

701 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri