change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
28 Febbraio 2014

LE PAROLE DI PAPA FRANCESCO

La fede di un giovane matura se non mancano la memoria del passato, il discernimento del presente e l’utopia del futuro.

Ma il vero problema nella società odierna è "la cultura dello scarto"

 
versione stampabile

Un’utopia cresce bene se accompagnata da memoria e discernimento. L’utopia guarda al futuro, la memoria guarda al passato e il presente si discerne. Il giovane deve ricevere la memoria e piantare le radici della sua utopia in questa memoria; discernere nel presente la sua utopia, il segno dei tempi. Sì l’utopia va avanti, ma è molto radicata nella memoria e nella storia che ha ricevuto. Discernere nel presente – abbiamo bisogno di maestri di discernimento per i giovani! – e già progettato nel futuro.

La chiave per affrontare "l’emergenza educativa" è l’incontro tra generazioni, l’incontro tra giovani e anziani. Questo incontro permette infatti di conoscere il passato e di saper leggere il presente. La fede di un giovane matura se non mancano la memoria del passato, il discernimento del presente e l’utopia del futuro. Ma il vero problema nella società odierna è "la cultura dello scarto": oggi, per l’economia che si è radicata nel mondo, al centro c’è il dio denaro e non la persona umana. E quindi tutto quello che non entra in questo ordine, si scarta. Si scartano i bambini che soffrono, che danno fastidio e che non conviene che vengano si scartano gli anziani. 

28/2/2014 Alla Commissione per l'America Latina