Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
25 Gennaio 2015 | NIGERIA

Sant'Egidio, un ponte per la pace in Nigeria. La visita di Marco Impagliazzo alle comunità nigeriane

Nel grande paese africano, le tre P - preghiera, poveri, pace - sono la via per realizzare la società del convivere. Gli incontri a Jos, Lagos, Abuja. La visita al Centro Dream

 
versione stampabile

Oggi si conclude la visita di Marco Impagliazzo in Nigeria, con un incontro nella capitale federale Abuja con le comunità della capitale e degli Stati Nassarawa, Niger, e Enugu. A seguire, una visita al Centro Dream delle suore vincenziane di Saint-Vincent de Paul a Kubwa (guarda le foto), dove vengono curati i malati di Aids, e un incontro con il cardinale John Onaiyekan, arcivescovo di Abuja.

Al centro della visita di tre giorni, è stata la vocazione ad una convivenza pacifica di uno Stato grande, multietnico e multireligioso quale la Nigeria, e la chiamata delle Comunità di vivere le tre 'P' individuate da papa Francesco durante la sua visita a Sant'Egidio del 15 giugno dell'anno scorso: Preghiera - Poveri - Pace.

 Venerdi Impagliazzo si è recato a Jos, capitale martire dello Stato del Plateau, scenario frequente di sanguinosi scontri a sfondo etnico, politico e religioso nell'ultimo decennio. Vi ha incontrato le comunità del Plateau e di Kaduna. Toccanti le testimonianze dei rappresentanti della comunità sugli spargimenti di sangue, la cultura dell'odio, ma anche delle risposte concrete offerte dalla Comunità per vivere nel rispetto della fede altrui.

E' significativa in questo senso la risposta offerta dalle Scuole della Pace della Comunità di Sant'Egidio, veri luoghi di educazione al convivere e al rispetto in un paese dove, al nord est, la violenta setta Boko Haram - letteralmente: educazione occidentale è proibita - colpisce proprio l'idea di educazione, con frequenti attacchi alle scuole.

Durante un incontro cordiale con Mons. Ignazio Kaigama, arcivescovo di Jos e presidente della Conferenza episcopale della Nigeria, sono state evocati vari scenari per uscire dalla crisi. E' anche stato ricordato Mons. James Daman, vescovo di Shendam in Plateau, amico della Comunità e improvvisamente scomparso due settimane fa a causa di un malore.

Sabato poi la visita a Lagos, grande megalopoli di oltre venti millioni di abitanti, costruita sulle lagune o laghi, 'lagos' nella lingua dei primi colonizzatori portoghesi. Negli incontri ufficiali, ad esempio con l'Oba - re tradizionale, di grande influenza nella cultura nigeriana - e con l'arcivescovo Mons. Afewale Martins, si è parlato di come si puo costruire una civiltà del convivere nelle grandi megalopoli del 21mo secolo.

Nel quartiere Makoko, una immensa bidonville costruita sull'acqua, Marco Impagliazzo ha incontrato i bambini di strada di cui la Comunità prende cura, e gli anziani, attorno a cui la comunità costruisce una rete di amicizia e di solidarietà.
Nell'incontro successivo con le comunità di Lagos e di Ibadan, Marco Impagliazzo ha poi aggiunto un'altra 'P' alla vocazione della comunità di Lagos, costruita su isole e penisole, quella di essere 'Ponte' tra tanti mondi diversi.
 
OGGETTI ASSOCIATI

 LEGGI ANCHE
• NEWS
1 Dicembre 2016

1 dicembre, Giornata Mondiale contro l'AIDS 2016. Per il futuro dell'Africa

IT | DE | FR | HU
23 Novembre 2016
GOMA, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

Floribert, giovane martire della corruzione: aperta ufficialmente la causa di beatificazione dal vescovo a Goma

IT | ES | DE | FR | PT | HU
21 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Pace in Centrafrica: i leader religiosi di Bangui a Sant'Egidio rilanciano la piattaforma per la riconciliazione

IT | ES | DE | FR | PT | CA
19 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Centrafrica: incontro lunedì a Sant’Egidio. Dissociare le religioni dalla guerra e lanciare un modello di riconciliazione

IT | ES | FR | PT | CA
18 Novembre 2016
ABIDJAN, COSTA D'AVORIO

Costa d'Avorio, il pellegrinaggio dei bambini delle bidonvilles di Abidjan al termine del Giubileo

IT | ES | DE
17 Novembre 2016
BENIN

In Benin, verso la conclusione del Giubileo della Misericordia con poveri e lebbrosi

IT | ES | DE
tutte le news
• STAMPA
7 Dicembre 2016
Toscana oggi

Sant'Egidio: a Natale tavola imbandita per 200mila poveri

1 Dicembre 2016
Zenit

Africa: 300mila sieropositivi curati da Sant’Egidio

20 Novembre 2016
Avvenire

Marco Impagliazzo: Non consegniamoci alle post-verità

12 Novembre 2016
Avvenire

Impagliazzo: Oltre Bataclan

11 Novembre 2016
Radio Vaticana

Aids in Africa: premiato progetto Dream di Sant'Egidio

10 Novembre 2016
Vatican Insider

Aids, il Premio “Antonio Feltrinelli” dell’Accademia dei Lincei al programma DREAM di S.Egidio

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
23 Novembre 2016

Migranti: il Premio Galileo 2000 alla Comunità di Sant'Egidio

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• NO PENA DI MORTE
31 Ottobre 2014

Inaugurata a Bukavu la campagna "Città per la vita"

12 Ottobre 2014
All Africa

Africa: How the Death Penalty Is Slowly Weakening Its Grip On Africa

20 Settembre 2014

Ciad: il nuovo codice penale prevede l'abolizione della pena di morte

20 Settembre 2014
AFP

In Ciad rischio criminalizzazione gay, ma abolizione pena morte

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Marco Impagliazzo: Il sogno di un'Europa che promuova la società del vivere insieme e la pace

Saluto di Marco Impagliazzo al termine della liturgia per il 48° anniversario della Comunità di Sant’Egidio

"Non rassegnamoci al declino di Roma": l'intervento di Marco Impagliazzo alla manifestazione Antimafia Capitale

Le congratulazioni del Presidente del Senato Pietro Grasso a Marco Impagliazzo per la sua rielezione a Presidente della Comunità di Sant'Egidio

Burkina Faso - La Paix est l'avenir: Rencontre des religions pour la paix

Comunicato stampa contro i linciaggi in Mali

tutti i documenti
• LIBRI

Il martirio degli armeni





La Scuola

Eine Zukunft für meine Kinder





Echter Verlag
tutti i libri

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri